rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica

Casette di cartone a Montesilvano, CasaPound: "Zero politiche sociali per gli italiani"

Sono state esposte nella notte davanti agli uffici comunali per protestare contro l’assenza di iniziative per gli italiani. Iacomelli (CPI): “Siamo pronti a scendere in piazza per difendere i diritti dei cittadini nella loro terra”

“Il dramma di Cristina – prosegue Iacomelli – oramai comune a fin troppi cittadini italiani, non è altro che una ulteriore dimostrazione della totale incapacità o mancanza di volontà da parte degli amministratori locali, tanto di centrodestra quanto di centrosinistra, ad occuparsi dei problemi degli Italiani, preferendo concentrarsi sull’accoglienza degli immigrati, che evidentemente garantisce maggior ritorno a vari livelli, in ragione delle risorse sproporzionate stanziate dal Governo per la gestione del fenomeno. In un Comune di più di 50.000 abitanti è inaccettabile, impensabile e vergognoso non predisporre un piano per la gestione dell’emergenza abitativa, non arrivando a fornire altra soluzione ai montesilvanesi in difficoltà che 12 alloggi a un canone d’affitto mensile concordato fissato all’incredibile cifra di 450 euro, pari se non superiore ai prezzi di mercato, e per i soli possessori di ISEE superiore a 16.000 euro, di fatto escludendo le famiglie italiane realmente bisognose di un aiuto”.

21979553_10207980166061719_60403205_n-2

“Se le istituzioni continueranno a mostrarsi indifferenti di fronte alle richieste delle famiglie italiane residenti nel Comune di Montesilvano – conclude il responsabile pescarese di CPI – Casapound come sempre scenderà in piazza con un sit-in sotto il Comune al fianco di queste ultime per protestare contro le istituzioni cieche quando poste in faccia a questi drammi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casette di cartone a Montesilvano, CasaPound: "Zero politiche sociali per gli italiani"

IlPescara è in caricamento