Il sindaco Masci condanna duramente il pestaggio allo studente omosessuale: "Un'offesa alla città di Pescara"

Il primo cittadino ha già fatto visita al ragazzo aggredito e picchiato la notte fra il 24 e 26 giugno

Un'offesa alla città di Pescara ed ai pescaresi, da sempre accoglienti, aperti e tolleranti verso tutti. Così il sindaco Masci ha duramente condannato l'episodio avvenuto in centro la notte fra il 25 e 26 giugno, quando un ragazzo omosessuale è stato pestato a sangue da un gruppo di giovani, finendo in ospedale e costretto a subire un intervento chirurgico alla mandibola.

GIOVANE OMOSESSUALE PESTATO A SANGUE

Masci, che ha già fatto visita al ragazzo per esprimere la vicinanza dell'amministrazione comunale e della città, ribadisce che episodi del genere sono gravissimi augurandosi che gli inquirenti possano identificare al più presto i componenti del branco di delinquenti:

È, questo, il  perverso frutto dell’ignoranza e dell’incapacità di fare proprie le regole del vivere civile, e pertanto è necessario perseguire e punire i responsabili affinché atteggiamenti del genere non debbano più verificarsi. Un atto criminale, già di per sé grave, lo è ancor di più quando investe  l’orientamento sessuale, il colore della pelle e il credo religioso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sindaco ribadisce che va tenuta sempre alta la guardia senza piegarsi alla barbarie agendo anche sul fronte della formazioni culturale, prevenzione e sicurezza. Pescara, ribadisce Masci, è sempre dalla parte di chi vede lesi i propri diritti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Che paura la Pantafica! Storia della spaventosa leggenda abruzzese

  • Morto l'ex arbitro di calcio Stefano Pitocco, aveva 44 anni: Loreto Aprutino e Aia-Pescara in lutto

  • Uomo trovato morto nella sua camera dalla madre, tragedia nel Pescarese

  • Chiarita la causa del decesso dell'uomo trovato in una pozza di sangue nella sua camera dalla madre

  • Morto l'uomo di Città Sant'Angelo colto da un infarto mentre correva con la moglie

  • Malore nel bagno di un autogrill sull’A14, muore un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento