Domenica, 20 Giugno 2021
Politica

Il sindaco Masci condanna duramente il pestaggio allo studente omosessuale: "Un'offesa alla città di Pescara"

Il primo cittadino ha già fatto visita al ragazzo aggredito e picchiato la notte fra il 24 e 26 giugno

Un'offesa alla città di Pescara ed ai pescaresi, da sempre accoglienti, aperti e tolleranti verso tutti. Così il sindaco Masci ha duramente condannato l'episodio avvenuto in centro la notte fra il 25 e 26 giugno, quando un ragazzo omosessuale è stato pestato a sangue da un gruppo di giovani, finendo in ospedale e costretto a subire un intervento chirurgico alla mandibola.

GIOVANE OMOSESSUALE PESTATO A SANGUE

Masci, che ha già fatto visita al ragazzo per esprimere la vicinanza dell'amministrazione comunale e della città, ribadisce che episodi del genere sono gravissimi augurandosi che gli inquirenti possano identificare al più presto i componenti del branco di delinquenti:

È, questo, il  perverso frutto dell’ignoranza e dell’incapacità di fare proprie le regole del vivere civile, e pertanto è necessario perseguire e punire i responsabili affinché atteggiamenti del genere non debbano più verificarsi. Un atto criminale, già di per sé grave, lo è ancor di più quando investe  l’orientamento sessuale, il colore della pelle e il credo religioso.

Il sindaco ribadisce che va tenuta sempre alta la guardia senza piegarsi alla barbarie agendo anche sul fronte della formazioni culturale, prevenzione e sicurezza. Pescara, ribadisce Masci, è sempre dalla parte di chi vede lesi i propri diritti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco Masci condanna duramente il pestaggio allo studente omosessuale: "Un'offesa alla città di Pescara"

IlPescara è in caricamento