Politica

Il sindaco Masci conferma: "In arrivo l'ordinanza per la proroga della chiusura delle scuole dell'infanzia"

Il primo cittadino con un post su Facebook ha confermato che le scuole dell'infanzia resteranno chiuse a causa della difficile situazione sul fronte dei contagi per la nostra città

Anche a Pescara le scuole dell'infanzia resteranno chiuse a causa della pandemia. Lo ha anticipato il sindaco Masci con un post su Facebook in cui ha spiegato che si appresta ad emanare in data odierna 13 marzo un'ordinanza assieme ai sindaci degli altri comuni dell'area metropolitana pescarese, per confermare la chiusura delle scuole dell'infanzia, che si affianca a quella predisposta dal presidente Marsilio per la chiusura degli altri gradi delle scuole.

Il sindaco ha aggiunto che ier, durante la riunione convocata in prefettura e durata circa 3 ore, Parruti e Polidoro hanno ribadito la necessità di mantenere le scuole chiuse non perche siano luogo di contagio, ma perchè sono uno dei luoghi di massima aggregazione di bambini e giovani, i più esposti alla variante inglese che ha una notevole capacità di aggressione in queste fasce d'età rispetto al ceppo originale:

I due medici hanno poi sottolineato che questo picco di contagi pescarese è dovuto alla riapertura delle scuole dal 10 gennaio e che, se non le avessimo chiuse all'inizio di febbraio, gli effetti espansivi del virus sarebbero stati molto più pesanti, sia in termini di contagi che di vittime, affermando poi che la percentuale dei ragazzi contagiati è in costante crescita. Sugli asili nido hanno ribadito, allo stato, la quasi nulla presenza del virus nella fascia zero/tre anni.

Alcuni genitori hanno proposto ricorso al Tar contro il mio provvedimento di chiusura delle scuole, esercitando un loro diritto, adesso deciderà un giudice sulla fondatezza amministrativa del mio atto. Vi confesso che sono contento, almeno quelle persone, che dalla mia prima ordinanza in tal senso, emessa a salvaguardia della salute complessiva della comunità che rappresento, mi attaccano senza freni sui social, troveranno una risposta, qualunque essa sia.

Masci ha concluso di essere consapevole che i provvedimenti scelti non possono accontentare tutti, ma serve responsabilità e quindi si dice a posto con la sua coscienza, a maggior ragione oggi che i referenti scientifici hanno confermato che, qualora non si fossero chiuse le scuole per tempo, oggi la situazione sarebbe ancora pià grave sul fronte sanitario:

Nella stessa seduta di ieri, il prefetto e il questore, su mia precisa richiesta avanzata su sollecitazione dei cittadini, mi hanno detto che le forze di ordine pubblico, deputate al controllo del rispetto delle norme anti-covid, sono sul territorio nel numero massimo possibile ed elevano costantemente sanzioni ai trasgressori. Ho chiesto loro di fornirmi giornalmente il report delle attività svolte, in modo da poter divulgare i dati, e di aumentare ancora la presenza in città delle pattuglie di controllo. In ogni caso emetterò l'ordinanza, così come concordato al comitato, dopo aver ricevuto dalla Asl la relazione specifica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco Masci conferma: "In arrivo l'ordinanza per la proroga della chiusura delle scuole dell'infanzia"

IlPescara è in caricamento