Politica

Masci replica alla Fiab sulla questione degli stalli per bici lungo la riviera: "Inutile polemica"

Il primo cittadino interviene in merito alla questione dei posti riservati alle biciclette lungo la riviera e in particolare negli stabilimenti balneari

Il sindaco di Pescara Carlo Masci, con un post sulla sua pagina Facebook, interviene in merito al botta e risposta con la Fiab riguardante gli stalli per le biciclette lungo la riviera nord, ed in particolare la possibilità che siano i titolari di stabilimenti balneari a fornire gratuitamente i posti all'interno delle loro concessioni.

"Oggi l'ennesima inutile polemica, questa volta della Fiab. Cosa avrei detto di così scandaloso da meritare un attacco da parte dell'associazione degli amanti delle biciclette? Soltanto che il marciapiede della Riviera dovrebbe essere adibito per la sua totalità al passeggio e alla sosta dei pedoni, non occupato in buona parte dal parcheggio delle biciclette. A tal proposito ho invitato i titolari degli stabilimenti balneari a offrire il servizio di parcheggio delle biciclette all'interno dei loro spazi in concessione, visto che hanno a disposizione migliaia e migliaia di metri quadrati. Apriti cielo, sembra che io abbia commesso il reato di lesa maestà. "

Secondo il primo cittadino, chi deve decidere nella nostra società viene sistematicamente attaccato da chi non vede soddisfatti i propri desideri, senza considerare le necessità della collettività, e la politica è deputata proprio a fare la sintesi fra diverse opposizione, anche se spesso non è possibile introdurre un ragionamento senza essere attaccati:

"È vero o non è vero che sugli spazi pubblici ci sono auto, moto, monopattini, bici, pedoni, e che  spesso i pedoni non riescono a camminare sui marciapiedi perché le altre componenti della mobilità cittadina li occupano, anche in maniera prepotente? È un'eresia affermare che la sintesi più giusta per evitare prevaricazioni è che le biciclette (o le moto o i monopattini) non frequentino i marciapiedi, o vengano parcheggiati sulle aiuole o attaccati ai pali, ma trovino il giusto spazio dentro gli stabilimenti balneari."

Per il sindaco, infine, questa opzione viene già praticata da tanti stabilimenti per le automobili, e dunque si potrebbe applicare anche per le biciclette come in tanti già fanno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Masci replica alla Fiab sulla questione degli stalli per bici lungo la riviera: "Inutile polemica"

IlPescara è in caricamento