Politica

Masci scrive all'Enel sul blackout in centro: "Episodio inaccettabile che non dovrà più ripetersi"

Il primo cittadino ha scritto una lettera all'Enel dopo la lunga interruzione di corrente registrata in centro a Pescara giovedì 24 giugno

Duro attacco del sindaco Masci all'Enel a causa del lungo blackout che ha interessato il centro della città fra il pomeriggio e la serata del 24 giugno scorso. Un'interruzione di corrente che ha scatenato polemiche e proteste da parte dei cittadini e dei commercianti. Il primo cittadino ha scritto una lettera alla società elettrica sottolineando come nell'era del digitale e delle comunicazioni in tempo reale sia incomprensibile un distacco di questa portata che ha riportato tutti in una dimensione difficile da giustificare:

"Nessuno contesta la gravità e l’impegno di un intervento sicuramente importante, ma al di là di tutte le implicazioni legali derivanti dai pesanti danni lamentati dalle attività commerciali, non ci si può sottrarre a un doveroso confronto sull’accaduto. L’eclatante situazione ha infatti inciso profondamente sulla quotidianità di migliaia e migliaia di pescaresi, a livello economico, professionale, familiare e di interrelazione"

Gli effetti spiega Masci, sono stati sotto gli occhi di tutti così come le manchevolezze anche sul fronte della comunicazione avvenuta con superficialità.

"Questo non è tollerabile. Non lo è per Pescara e non può esserlo per la Società che è chiamata sempre e comunque a garantire il servizio e la soluzione in tempi rapidi e certi di ogni problematica che per ventura dovesse insorgere. Così non è stato, e così non dovrà più essere"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Masci scrive all'Enel sul blackout in centro: "Episodio inaccettabile che non dovrà più ripetersi"

IlPescara è in caricamento