Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica

L'annuncio dell'assessore Martelli: "A Pescara sorgerà un ecomuseo fluviale all'aperto"

Presentato in commissione cultura e turismo il progetto Go.l.e.n.a.-Ecomuseo Fluviale che si è aggiudicato il finanziamento dell’Anci

Approvato e finanziato dall'Anci il progetto presentato dalla città di Pescara per l'ecomuseo fluviale all'aperto. Lo ha fatto sapere l'assessore alle politiche giovanili Patrizia Martelli, a margine della seduta della commissione cultura e turismo durante la quale è stato presentato il progetto che è stato approvato nell'ambito del bando ‘Fermenti in Comune’ per le politiche giovanili per un importo di 158 mila euro. Si punterà così alla valorizzazione del fiume Pescara partendo dalla sua golena, promuovendo la mobilità a impatto zero lungo le sponde e organizzando eventi edicati all’arte, alla cultura, alla street art, al turismo, allo sport e al tempo libero sul lungofiume coinvolgendo direttamente i giovani fra i 18 e 35 anni.

"Il costo complessivo del progetto, predisposto dalla dirigente alle politiche giovanili Gabriella Pollio, ammonta a 229mila euro e al finanziamento ottenuto dall’Anci si affianca il cofinanziamento del Comune di 71mila euro. Partner istituzionali dell’iniziativa sono l’Arci-Comitato Provinciale di Pescara, l’Associazione Pas – Partecipazione Attiva Studentesca Aps e l’Associazione Movimentazioni Aps.

Ridare vita al fiume significa riscoprirne il fascino e ampliare le relative potenzialità di sviluppo ecosostenibile. Il progetto nello specifico ha come beneficiari finali giovani di età compresa fra i 16 e 35 anni e per questa ragione l’iniziativa prevede servizi e iniziative innovativi rivolti ai giovani nel loro coinvolgimento in attività di coprogettazionee gestione diretta di azioni progettuali, e nella definizione di percorsi in grado di qualificarli per creare opportunità
occupazionali, anche in termini di autoimprenditorialità. "

Tutte le attività previste avverranno nell'area fluviale e lungo la golena del fiume risalendo il percorso ciclopedonale fino alla foce in mare. Oltre sette chilometri fra molo, il porto canale e le aree golenali dove scoprire paesaggi e luoghi suggestivi con attività che vedranno come protagonisti i giovani.

"L’ecomuseo fluviale sarà un Museo a cielo aperto, ovvero uno spazio di valorizzazione materiale e immateriale del contesto ambientale legato al Fiume Pescara e in tale ambito abbiamo previsto la restituzione della piena fruibilità delle golene attraverso percorsi pedonali e ciclabili in prossimità delle sponde; l’insediamento di funzioni e attività legate al turismo sostenibile, alla mobilità dolce, all’arte, alla cultura, al tempo libero, allo sport; la realizzazione di un ecomuseo con installazioni luminose o interventi di street art lungo il corso del fiume nel pieno rispetto delle tradizioni delle comunità dei pescatori locali da un lato e delle peculiarità ambientali e paesaggistiche dall’altro. "

L'assessore ha fatto sapere anche che saranno posizionati cartelloni, laboratori di recupero, attività di storytelling del fiume tramite fotografie, video, digitale, passeggiate ecologiche a piedi, in bicicletta o battello, giornate con eventi culturali, teatrali e laboratori sfruttando i social e il linguaggio comunicativo dei giovani che racconteranno storie legate al fiume. I 20 ragazzi saranno scelti tramite apposito bando e diventeranno guide del fiume con un appostio albo per lgi operatori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'annuncio dell'assessore Martelli: "A Pescara sorgerà un ecomuseo fluviale all'aperto"

IlPescara è in caricamento