menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marsilio sui vaccini: "Approvvigionamenti scarsi, serve un siero italiano o si acquisteranno altri prodotti esteri" [VIDEO]

Il presidente della Regione intervistato dall'agenzia Dire a margine di una conferenza stampa, sottolinea come il piano iniziale per la vaccinazione sia stato sostanzialmente stravolto

L'Abruzzo e le altre regioni italiane stanno vivendo un problema di approvvigionamento delle dosi dei vaccini anti Covid che, di conseguenza, hanno portato di fatto a stravolgere il calendario previsto. A parlare è il governatore Marsilio che, sentito dall'agenzia Dire a margine di una conferenza stampa, ha confermato che i nuovi focolai nelle rsa abruzzesi sono conseguenza dei ritardi nella distribuzione dei vaccini con la prima fase che doveva concludersi il 12 gennaio scorso.

Pfizer ha smesso di fornire le dosi nella quantità prevista, Moderna ha annunciato tagli, Astrazeneca e' stato autorizzato solo sulla fascia di popolazione fino ai 55 anni, speriamo di arrivare a 65, ma di certo non possiamo somministrarlo agli ottuagenari e questo ha modificato il Piano e l'ordine di priorità tanto è vero che si e' passati dalla Fase 1 alla Fase 6. Oggi stiamo vaccinando popolazione tra 18 e 55 anni, cominciando dalle categorie prioritarie. Prima di arrivare a queste fasce di eta' avremmo dovuto fare la classe dei 75-80 e cosi' via a scendere.

Marsilio evidenzia che tutto dipende da quante dosi vengono fornite dal commissario del Governo che li acquisisce e distribuisce, ma alcuni governatori delle Regioni stanno iniziando a fare avventure sul mercato internazionale per approvvigionarsi, e anche l'Abruzzo seguirà questa strada se si dimostrerà sicure e garantita, senza finire nelle mani di qualche speculature. Il presidente però resta convinto che la strada principale sia quella del vaccino italiano:

Penso sia necessario garantirsi l'autosufficienza e la produzione domestica, che ci metta in condizioni di non dover andare in giro per il mondo a cercare vaccini in Russia, in America e dalle multinazionali che dal giorno alla notte ti dimezza le dosi e ti lasciano in brache di tela

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    La torta della tradizione: come preparare la pizza doce

  • Cura della persona

    Soap brows: come ottenere le sopracciglia “insaponate”

  • Salute

    Cos’è la stanchezza primaverile e come combatterla

Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento