Marsilio pungola il Governo sulla questione della riapertura delle scuole: "Servono linee guida precise o sarà il caos"

Il presidente della Regione interviene a margine della conferenza delle Regioni che si è tenuta sull'argomento della riapertura delle scuole e del trasporto degli studenti

Linee guida chiare, definitive per evitare il caos alla riapertura delle scuole. La richiesta arriva dal presidente della Regione Abruzzo Marsilio a seguito della conferenza delle Regioni, attaccando il Governo che ha nuovamente rimandato la discussione per la questione del trasporto scolastico, a meno di tre settimane dall'avvio dell'anno scolastico.

Marsilio evidenzia come ci sia spirito di collaborazione e non vi siano pregiudizi politici di parte, considerando che proprio le Regioni guidate dal Pd (Emilia-Romagna, Campania, Toscana, Puglia) hanno espresso le maggiori perplessità ed evidenziando le criticità con una situazione ancora non chiara.

Ma se il Governo non darà al Comitato tecnico-scientifico degli indirizzi precisi (invece di scaricare la responsabilità di rendere decisioni operative alle Regioni, come si è fatto quasi sempre finora), non saremo in grado di assicurare la mobilità per il numero necessario.

Sempre ammesso che le ‘rassicurazioni’ fornite oggi da Azzolina e Arcuri sul personale aggiuntivo e sui banchi e le mascherine in distribuzione verranno confermate, nei tempi e nelle quantità, dai fatti.

Marsilio propone anche di rimandare di qualche giorno l'apertura come proposto da Anci Abruzzo per migliorare l'organizzazione e minori costi di sanificazione per il turno elettorale del 20 e 21 settembre.

Durante la riunione, ho sollecitato il Ministro Boccia ad affrontare il tema dell’attuazione della Rete Covid: sono ormai settimane che il Ministero le ha approvate, ma siamo fermi e non possiamo fare i lavori per potenziare terapie intensive e pronto soccorso perché i fondi e i poteri sono nella disponibilità del Commissario straordinario.

Il governatore infine teme che il Paese sia impreparato per un'eventuale seconda ondata dopo le polemiche estive su discoteche e distanziamento sui mezzi pubblici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Cerbiatto corre sul lungomare sud di Pescara, il video fa il giro del web

  • Cerca casa in affitto a Pescara e dintorni ma le viene chiesto se sia italiana, caso di discriminazione accaduto a una ragazza

Torna su
IlPescara è in caricamento