menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marsilio sulle zone rosse a Pescara e Chieti: "Possibile proroga, i numeri continuano ad essere alti" [VIDEO]

Il presidente della Regione interviene in vista della scadenza dell'ordinanza regionale per le zone rosse provinciali fissata per il 28 febbraio

Si va verso una proroga dell'ordinanza regionale per le zone rosse nelle province di Pescara e Chieti. Lo ha fatto sapere il presidente della Regione Marsilio intervenuto a margine dell'inaugurazione dei 13 nuovi posti di terapia sub intensiva all'ospedale di Chieti.

Il governatore ha evidenziato come la situazione, soprattutto sul fronte della pressione ospedaliera, sia ancora critica e non si notano allentamenti anche se negli ultimi giorni l'aumento degli ospedalizzati si è ridotto.

Questo è sempre stato principale parametro. Quando gli ospedali si riempiono non c'è solo un problema degli operatori e delle persone che si ammalano di Covid. Quando gli ospedali si riempiono siamo costretti a chiudere altre terapie e garantire solo le termodipendenti e le oncologiche e ridurre quindi il diritto salute di tutti gli altri cittadini.

L'ordinanza, lo ricordiamo, scade il 28 febbraio e dunque ci si attende una proroga, anche se dolorosa come ha aggiunto Marsilio sottolineando come sia stato fatto un nuovo appello al Governo per far arrivare i ristori con il decreto atteso da Natale diventando operativo prima di Pasqua e dando respiro e sollievo ai cittadini. Ricordiamo che domani 26 febbraio si decideranno dopo la riunione fra Governo e cabina di regia le nuove colorazioni delle regioni, e non è escluso che l'Abruzzo possa diventare zona rossa estendendo di fatto le massime restrizioni anche alle province di Teramo e L'Aquila.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento