rotate-mobile
Lunedì, 2 Ottobre 2023
Politica

Marsilio sulla fase 2: "Riapertura graduale e per aree territoriali, no a sblocchi sconsiderati"

Il presidente della Regione interviene in merito al dibattito sulla possibile riapertura dopo il 3 maggio, evidenziando che servirà prudenza per evitare una nuova esplosione di contagi

Non esiste una ricetta e soluzione definitiva, ma vanno evitate aperture sconsiderate soprattutto nei territori più colpiti dal virus. Il presidente della Regione Marsilio interviene in merito al dibattito riguardante la possibile riapertura che dovrebbe iniziare a partire dal 4 maggio, quando sarà scaduto il decreto del Governo sul lockdown.

Il governatore evidenzia che sarà fondamentale riaprire gradualmente, e che si sta ancora discutendo dei tempi, termini e delle modalità. Quando la situazione sarà più sotto controllo, allora si potranno prendere decisioni definitive. Marsilio condivide la preoccupazione per un'apertura ampia soprattutto nelle regioni più colpite, con una possibile esplosione di nuovi contagi anche e soprattutto nelle zone meno colpite attualmente dal Coronavirus.

Per qualsiasi decisione la commissione di studio ed il governo dovranno tenere conto delle differenze territoriali e dei diversi gradi di contagio, altrimenti si rischia che i territori fino ad ora meno esposti, diventino quelli più a rischio di una nuova esplosione del contagio. Un'apertura sconsiderata porterebbe, a mio avviso, ad un'onda di contagio che dal nord andrebbe verso il sud, come è accaduto all'inizio quando è stata istituita la zona rossa in Lombardia e migliaia di persone si sono riversate al sud: studenti fuori sede, operai e quant'altro che hanno preso d'assalto treni e pullman per tornare nelle regioni di appartenenza e ben pochi di loro, anche se richiesti, si sono registrati sui siti delle regioni per eventuali controlli

Ricordiamo che la Regione sta valutando di concedere delle deroghe a tre filiere produttive in Abruzzo (moda, automotive e meccantica, edilizia) con la possibilità, qualora venissero approvati i protocolli di sicurezza, di farle ripartire già prima del 4 maggio, probabilmente dal 27 aprile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marsilio sulla fase 2: "Riapertura graduale e per aree territoriali, no a sblocchi sconsiderati"

IlPescara è in caricamento