Politica

Marsilio sulle aziende che chiudono in Abruzzo: "Fermare le delocalizzazioni con Unione Europea e riforme"

Il presidente della giunta regionale abruzzese esprime il suo parere dopo i casi della Brioni Roman Style di Penne e della Riello di Cepagatti

«Fermare le delocalizzazioni con l'Unione Europea e con le riforme».
È quanto dice Marco Marsilio all'Abruzzo Summit Economy, che si sta svolgendo nell'Aurum di Pescara, riguardo ai problemi del lavoro a causa delle aziende che decidono di chiudere e trasferire la produzione, come riferisce l'agenzia Dire.

«Si configura una duplice esigenza per frenare queste situazioni», afferma Marsilio parlando delle vertenze che interessano l'Abruzzo a cominciare da quella della Riello che ha deciso di delocalizzare in Polonia, chiudendo improvvisamente lo stabilimento di Villanova di Cepagatti (Pescara) e lasciando senza lavoro, nonostante crisi non vi sia, i 90 dipendenti, «una riforma della tassazione sul lavoro che è anche un tema del summit e un intervento della Ue per regolare i processi di delocalizzazione verso luoghi dove ci sono vantaggi fiscali e costo del lavoro inferiore». 

«Se siamo qui», prosegue, «è perché dobbiamo affrontare un periodo complesso. È inevitabile che dopo la pandemia ci sarebbe stato un mondo diverso e questo vuol dire filiere che si impoveriscono e altre che si arricchiscono; filiere che chiudono e altri che aprono. Dobbiamo saper affrontare queste situazioni. Abbiamo impegnato già il ministro Giorgetti che ha garantito tavoli nazionali per Riello e Sevel. Oggi sarà a San Salvo dove apre il nuovo polo logistico Amazon con mille posti assicurati più l'indotto. Credo sia una risposta importante sul terreno dell'occupazione. Dobbiamo lavorare perché le crisi presenti possano essere riassorbibile e l'Abruzzo possa rispondere con tutta l'Italia a questo nuovo scenario che si apre con il mondo post-covid, valorizzando le nostre potenzialità e mettendo in campo nuove risorse».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marsilio sulle aziende che chiudono in Abruzzo: "Fermare le delocalizzazioni con Unione Europea e riforme"

IlPescara è in caricamento