rotate-mobile
Politica

Marsilio sul futuro delle autostrade A24 ed A25: "Condivido le preoccupazioni dei sindacati"

Il presidente della Regione ha incontrato i rappresentanti Filt-Cigl, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Sla-Cisal e Ugl dopo la revoca (poi sospesa dal Tar) della concessione a Strada dei Parchi

Il presidente della Regione Marco Marsilio ha fatto sapere di condividere le preoccupazioni e i timori espressi dai rappresentanti dei sindacati, che ha incontrato oggi 13 luglio per discutere della questione del futuro delle autostrade A24 ed A25, dopo la revoca (poi sospesa dal Tar del Lazio), da parte del Governo della concessione a Strada dei Parchi.

"Condivido le preoccupazioni dei sindacati e dopo la riunione ho già rappresentato al ministro Giovannini, con cui ho avuto un incontro in videocollegamento, quanto emerso nel corso del confronto sindacale.

L'obiettivo della Regione Abruzzo è tutelare tutti gli automobilisti che utilizzano le tratte autostradali abruzzesi sia in termini di sicurezza sia con tariffe congrue, e salvaguardare il lavoro di tutti coloro che ogni giorno dedicano il loro impegno quotidiano per garantire la sicurezza, per migliorare la percorribilità delle strade, per far funzionare l'intero sistema autostradale". Marsilio ha incontrato i rappresentanti di Filt-Cigl, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Sla-Cisal e Ugl ed ha spiegato che le preoccupazioni emerse sono reali sulla questione dei livelli occupazionali che preoccupa i lavoratori, oggi impiegati lungo le autostrade che collegano l'Abruzzo al Lazio, sia per quanto riguarda il numero del personale che transiterebbe da Strada dei Parchi ad Anas, poiché il Decreto Legge specifica solo 'nella misura necessaria', sia per ciò che concerne l'inquadramento contrattuale che potrebbe non tener conto di diritti e professionalità già acquisiti dagli attuali lavoratori".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marsilio sul futuro delle autostrade A24 ed A25: "Condivido le preoccupazioni dei sindacati"

IlPescara è in caricamento