rotate-mobile
Politica

Nuovo affondo del M5s al centrodestra sui fondi regionali: "Milioni di euro distribuiti a pioggia senza alcuna logica"

Il consigliere e vicepresidente del consiglio regionale Domenico Pettinari interviene criticando la gestione dei fondi con 7,5 milioni di euro per debiti di alcuni enti regionali e nessuno stanziamento per il caro bollette destinato a famiglie e imprese

Torna ad attaccare la giunta Marsilio e il centrodestra il consigliere regionale e vicepresidente del consiglio Domenico Pettinari, del M5s, in merito alla questione della gestione dei fondi da destinare a cittaidni e imprese in difficoltà per il caro energia. Secondo Pettinari, Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia continuano a prendere in giro gli abruzzesi disiteressandosi dei drammi vissuti dai cittadini, con l'erogazione di milioni di euro a pioggia senza logica e buonsenso:

"Leggendo nel dettaglio, infatti, vediamo che è stato inserito qualche contentino di oggettiva utilità, probabilmente nella speranza di tenere buone le opposizioni, ma poi la grossa fetta di fondi viene distribuita su questioni assolutamente non urgenti in un momento di crisi come questo e, cosa gravissima, ben 7 milioni e mezzo di euro vengono destinati per sanare debiti di non ben definiti Enti regionali.  Per le famiglie, le piccole partite iva e le piccole attività commerciali, che devono fare i conti con il caro bollette, per ora ci sono ancora zero euro. Tutto questo è inaccettabile. Sia chiaro che se pensano di chiuderci la bocca con qualche iniziativa farlocca, contenente aiuti spot destinati al caro bollette, si sbagliano di grosso. Quello che chiediamo è un reale provvedimento urgente che rastrelli tutte le risorse possibili e dia concretamente un sostegno a tutti gli abruzzesi in difficoltà. Non basteranno le briciole a mettere a tacere la voce delle opposizioni, se pensano che staremo a guardare fargli fare il gioco delle tre carte con i fondi pubblici si sbagliano di grosso”

Secondo il pentastellato, il centrodestra non mantiene l'impegno di tutelare i cittadini per il caro bollette, la prima vera urgenza da affrontare in quanto colpisce direttamente le tasche degli abruzzesi, come dimostrano le manifestazioni giornaliere per chiedere subito sostegni:

"Siamo pronti anche a organizzare grandi mobilitazioni di cittadini  perché non abbiamo intenzione di restare a guardare mentre mettono in ginocchio il tessuto economico e sociale di un’intera regione. Ho già proposto più volte, anche in sede di commissione bilancio, la predisposizione di un fondo emergenziale dove attingere per gli aiuti, ma il Consiglio è domani e nessuno ha mosso un dito in questo senso. Sia chiaro a tutti che fin quando non sarà approvata la mia proposta di un provvedimento urgente per le categorie più deboli non faremo nessun passo indietro e la nostra sarà un’opposizione durissima. Niente palliativi per farci stare in silenzio,  nessuna ulteriore presa in giro. Vogliamo i fatti concreti e realmente risolutivi. Chiederemo anche di intervenire sui fondi destinati alla Vita Indipendente, perché le notizie che ci arrivano sono inaccettabili e quel capitolo va assolutamente aumentato. Purtroppo la verità è che la Regione a trazione Fratelli D’Italia, Lega e Forza Italia continua a lasciare solo chi ha più bisogno, e se questa è l’idea del centrodestra per l’Abruzzo allora si facessero da parte, perché di danni ne hanno provocati fin troppi.  "

Infine, conclude Pettinari, è quasi terminata la raccolta firme per un consiglio straordinario incentrato sulle vicende giudiziarie che hanno colpito la Regione, con l'assise regionale che deve esprimersi con una mozione per combattere probematiche legate a possibili reati gravi sui quali sarebbero aperte indagini.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo affondo del M5s al centrodestra sui fondi regionali: "Milioni di euro distribuiti a pioggia senza alcuna logica"

IlPescara è in caricamento