Politica

Anche il M5s vota contro il bilancio dell'amministrazione Masci: "Le promesse elettorali si sono rivelate un bluff"

I consiglieri comunali pentastellati attaccano l'amministrazione di centrodestra in merito al bilancio appena approvato dal consiglio comunale

Promesse elettorali diventate solo un grande bluff, ed importanti emendamenti presentati dal M5s per alcune importanti tematiche cittadine. I consiglieri comunali pentastellati bocciano il primo bilancio approvato dall'amministrazione Masci, aggiungendo che il movimento è riuscito a far approvare alcun emendamenti che riescono, seppure in modo limitato, a correggere un bilancio definito vuoto e privo di investimenti per la città.

In questa sede abbiamo portato avanti un confronto chiaro ed estremamente propositivo che ha garantito l’inserimento di nuovi servizi per i cittadini e il finanziamento di interventi che attendono da anni di essere portati avanti, come l’epocale e rivoluzionario abbattimento del corpo centrale del ferro di Cavallo a Rancitelli, ma non abbiamo potuto evitare il nostro voto contrario ad un bilancio così tanto privo di spessore, lungimiranza  e di qualsiasi slancio per il futuro

MASCI SULL'APPROVAZIONE DEL BILANCIO

I consiglieri hanno fatto approvare stanziamenti per il sociale e servizi al cittadino, come il progetto Peba per l'abbattimento delle barriere architettoniche, la traduzione in streaming e simultanea dei consigli comunali nel linguaggio dei segni, uno sportello dedicato alle persone non udenti, corsi di alfabetizzazione digitale per gli anziani, fondi per la tutela del mondo animale in particolare per migliorare la gestione del canile comunale, accesso gratuito ai musei per chi fa parte di associazioni per la donazione di sangue, midollo, tessuti e cellule. Ed ancora rilascio dei certificati anagrafici nelle edicole ed un piano regolatore del verde urbano, della stessa valenza di quello generale per garantire sostenibilità ecologica con gestione del verde e programmazione di altri interventi come incentivi per la sostituzione delle caldaie condominiali a gasolio, nell’ottica di una riduzione dell’inquinamento ambientale e del rischio per la salute.

Nell’ambito delle manutenzioni e della messa in sicurezza il M5S ha puntato l’attenzione sul Museo del Mare e sulla non più procrastinabile necessità di interventi di manutenzione straordinaria per garantire finalmente l’apertura al pubblico di questa importante struttura cittadina. Stanziamenti e tempi certi finalmente per “la grande opera” delle periferie: l’abbattimento del corpo centrale del Ferro di Cavallo in via Tavo e per il recupero e il successivo affidamento in gestione del limitrofo Parco dell'Infanzia. Interventi per la messa in sicurezza delle rampe di accesso all’asse attrezzato, per scongiurare il ripetersi di incidenti legati agli ingressi in contromano.

Infine l'attuazione di azioni per garantire maggiore partecipazione attiva della cittadinanza alle fase decisionali della politica locale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche il M5s vota contro il bilancio dell'amministrazione Masci: "Le promesse elettorali si sono rivelate un bluff"

IlPescara è in caricamento