rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica

Lavoro sommerso: intesa tra Regione e consulenti del lavoro per contrastarlo

Si chiama Asse.Co. il nuovo strumento messo a punto con il protocollo d'intesa sottoscritto dall'assessore regionale al lavoro Pietro Quaresimale: una tutela per il lavoratore e uno strumento utile alle aziende la cui correttezza sarà certificata

Asse.Co: è questo il nuovo strumento della Regione Abruzzo contro il lavoro sommerso ed è il frutto del protocollo d'intesa sottoscritto con il consiglio nazionale dei consulenti del lavoro con lo scopo di rinforzare le procedure di controllo sui rapporti di lavoro avviati dalle aziende private. A firmarlo è stato l'assessore regionale al lavoro Pietro Quaresimale. Si avvia così una collaborazione istituzionale che mira a far emergere forme anomale e nascoste di lavoro sommerso e irregolare. Con Asse.Co, quindi, si verificherà la conformità dei rapporti di lavoro tramite grazie ad un vero e proprio certificato che sarà emesso dal consulente del lavoro per asseverare la regolare tenuta dell'azienda privata al rispetto dei contratti di lavoro collettivi, obblighi contributivi e pagamento delle retribuzioni.

“La collaborazione con il consiglio nazionale dei consulenti del lavoro - spiega Quaresimale - nasce dall'esigenza di rafforzare sul territorio quel principio di legalità indispensabile per garantire a tutti la parità di accesso al mercato del lavoro. In questa fase è importante sottolineare che l'intesa si muove in una duplice direzione: verso il lavoratore che in questo modo potrebbe contare su una vigilanza più intensa sul rispetto del suo contratto di lavoro; verso l'azienda che potrebbe avvalersi di un servizio per certificare la condotta regolare in tema di rapporti di lavoro”. La richiesta di asseverazione da parte dell'azienda è libera e volontaria e può essere presentata su una piattaforma telematica dedicata con l'assistenza di un consulente del lavoro, che in questo senso avrebbe le funzioni pubbliche di asseveratore, scelti tra quelli iscritti al Consiglio nazionale. L'Asse.Co deve intendersi quale opportunità integrativa e non sostitutiva degli ordinari strumenti di controllo previsti dalla legge, che ha come obiettivo, proprio attraverso la sua funzione sussidiaria di esperti del settore, quello di sostenere processi di legalità all'interno delle imprese della Regione Abruzzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro sommerso: intesa tra Regione e consulenti del lavoro per contrastarlo

IlPescara è in caricamento