Politica

Il liceo Marconi invita due esponenti di Arcilesbica, scoppia la polemica

Sull'argomento interviene Maurizio Acerbo di Rifondazione Comunista: "Non posso che esprimere la massima solidarietà e stima al dirigente scolastico e ai docenti, oggetto di un attacco demenziale e oscurantista"

Scoppia la polemica nei confronti del liceo Marconi dopo che l'istituto scolastico ha promosso un "Progetto contro la discriminazione, il bullismo e il cyberbullismo". Iniziativa senza dubbio lodevole, ma ciò che ha fatto gridare allo scandalo è stata l’appartenenza ad Arcilesbica di due relatrici. Sull'argomento interviene Maurizio Acerbo, esponente di Rifondazione Comunista.

"Non posso che esprimere la massima solidarietà e stima al dirigente scolastico e ai docenti, oggetto di un attacco demenziale e oscurantista - afferma l'ex consigliere comunale - Questa polemica è pura omofobia anzi lesbofobia, e dimostra quanto ci sia bisogno che la scuola pubblica svolga un’attività educativa su questi temi, come avviene in tutti i Paesi europei avanzati. E’ proprio durante l'adolescenza che ragazzi e ragazze subiscono le peggiori violenze psicologiche e fisiche a causa del loro orientamento sessuale. Violenze che li segnano per sempre che provengono sovente da coetanei cresciuti in famiglie e contesti culturali ancora segnati dall’omofobia, molto spesso inconsapevole". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il liceo Marconi invita due esponenti di Arcilesbica, scoppia la polemica

IlPescara è in caricamento