Politica

Il consigliere Lettere lascia il M5s e forma il gruppo misto con il collega Fiorilli: "I 5 Stelle non sono più quelli di una volta"

Ufficializzata la costituzione del gruppo misto in consiglio comunale. Con l'uscita di Fiorilli scompare la lista Amare Pescara

Nasce ufficialmente in consiglio comunale il gruppo misto.
A formarlo sono i consiglieri Giampiero Lettere e Berardino Fiorilli.

Lettere lascia il Movimento 5 Stelle mentre Fiorilli abbandona la lista Amare Pescara che con la sua uscita scompare.

«Il gruppo misto», fanno sapere Lettere e Fiorilli, «ci vedrà lavorare insieme per dare il nostro reciproco contributo alla crescita di Pescara, conservando sempre un occhio attento e di pungolo, ma finalizzato a costruire, a ideare, progettare e programmare nell’interesse della città». 

Questo quanto spiega Fiorilli nel motivare la scelta: «Ho ritenuto che fosse giunto il momento di lasciare la lista Amare Pescara, anche per porre fine alle sterili divergenze con il fondatore, seppur perfettamente legittimato a usare simbolo e logo in quanto regolarmente eletto. E soprattutto ho ritenuto fosse giunta anche l’occasione per aderire al gruppo misto con il collega Lettere, avendo trovato un amministratore valido per intraprendere un percorso comune condividendo i principi e i valori alla base di un buon amministratore. Il consigliere Lettere è un tecnico e potrà dare il proprio contributo specialistico in quei settori che richiedono una formazione e preparazione specifica, allo stesso modo in cui io, da avvocato, potrò avere maggiori conoscenze in quelle procedure giuridiche che attengono la pubblica amministrazione. Insieme potremo svolgere un lavoro utile, ferma restando la mia personale federazione con l’Udc, una collaborazione avviata mesi fa. Con il consigliere Lettere avvieremo un percorso di condivisione, pur avendo storie politiche e provenienze differenti».

Lettere invece chiarisce la decisione di uscire dal Movimento 5 Stelle: «L’uscita dai pentastellati nasce dalla semplice constatazione di quanto ormai sia cambiato il Movimento, che ha subito una evidente trasformazione rispetto alle sue origini e oggi non rappresenta più molti attivisti, e proprio a loro, agli attivisti, così come alla capogruppo Erika Alessandrini e ai colleghi consiglieri Massimo Di Renzo e Paolo Sola va il ringraziamento per la fiducia che mi hanno accordato. Purtroppo quello attuale non è più il Movimento che ho conosciuto nel 2009 e non lo è più da troppo tempo. Dopo le elezioni del 2018 sono avvenuti mutamenti nella linea politica nel M5s, che si è trasformata da prima forza politica, alternativa a destra e sinistra, ad alleata di tutte le forze politiche, appoggiando l’attuale coalizione istituzionale con Draghi Premier, rinnegando ogni coerenza ideologica e implodendo tra mille lotte interne e senza alcun rispetto per i valori fondativi. Prendo atto che il nuovo M5s del presidente Conte sarà un partito politico la cui collocazione è inevitabilmente alla sinistra del Paese e per tale ragione ritengo opportuno fare un coerente passo indietro. A tutti coloro che vorranno rimanere nel nuovo partito del M5s auguro buon lavoro e un sincero in bocca al lupo, ma io non ne farò parte perché il mio percorso è un altro. Intendo continuare l’incarico di consigliere comunale con il massimo impegno perché sono stato eletto da cittadini che hanno creduto in me a prescindere dalle appartenenze politiche. Sono anche un tecnico e intendo continuare a contribuire alla crescita ed al miglioramento di questa città da una posizione equidistante e non pregiudiziale, critica certamente ma costruttiva, in assoluta coerenza con quello che finora ho fatto. Entro nel Gruppo Misto continuando il mio mandato elettorale senza simboli di partito e continuando ad impegnarmi con serietà e professionalità, mettendo a disposizione la mia esperienza direttamente alla Città di Pescara, a cui risponderò esclusivamente».
Il neocostituito gruppo misto ha già svolto la prima assemblea nominando il consigliere Giampiero Lettere neo-capogruppo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il consigliere Lettere lascia il M5s e forma il gruppo misto con il collega Fiorilli: "I 5 Stelle non sono più quelli di una volta"

IlPescara è in caricamento