menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lettera aperta del consigliere Di Iacovo al sindaco Mascia

Pubblichiamo la lettera aperta scritta dal consigliere comunale di Sinistra e Libertà Giovanni Di Iacovo al sindaco di Pescara Albore Mascia, riguardante il ripristino della Consulta e del Consigliere aggiunto per gli stranieri

Pubblichiamo di seguito la lettera aperta che ci è stata inviata dal consigliere comunale Giovanni Di Iacovo, di Sinistra e Libertà, indirizzata al sindaco Albore Mascia, riguardante il ripristino della Consulta per gli stranieri e della carica di Consigliere Aggiunto che rappresenti gli immigrati nel pescarese. Di Iacovo è anche il capogruppo per il suo partito.

Pescara, 15 luglio 2009

"Egr. Sindaco,

come lei sa, nella città di Pescara vivono oltre 4000 immigrati che rappresentano decine e decine di paesi extracomunitari. Tutti questi uomini e  queste donne hanno scelto di raggiungere la nostra città a fronte di indicibili sacrifici e del rischio della loro vita in cerca di un presente migliore che gli garantisca un lavoro di cui vivere e grazie al quale inviare rimesse ai loro parenti lontani per consentire anche a loro una vita più dignitosa.

La questione dei migranti nella nostra città, della loro integrazione, della risorsa che essi rappresentano e delle loro numerose problematiche, va risolta con completezza, efficacia e democrazia.

Negli anni passati è stata attiva a Pescara la Consulta degli Stranieri, un organo emanato dalla Presidenza del Consiglio comunale, di cui lei era Vicepresidente, che veniva eletto dagli stessi cittadini immigrati e che era rappresentativo delle principali aree geografiche di provenienza. Questo strumento migliorava l’integrazione favorendo i rapporti con le Amministrazioni pubbliche su temi attinenti la tutela dei diritti, l'istruzione, la salute, l'inserimento nel mondo del lavoro e l'utilizzo dei servizi sociali. Raccoglieva informazioni ed effettuava ricerche sia direttamente, sia in collaborazione con l’Amministrazioni. Non ultimo, rendeva i cittadini migranti che lavorano e vivono onestamente nella nostra città veramente parte della nostra comunità, e non ospiti mal graditi. La Consulta ha anche il compito di eleggere il Consigliere Aggiunto degli Stranieri, ulteriore membro, pur con minori facoltà, del Consiglio Comunale.

La Consulta degli Stranieri si è sciolta per conclusione del mandato ed è necessario che quest’organo venga oggi rinnovato indicendo nuove elezioni tra i migranti, la cui comunità ha ricevuto due grandi lutti, la morte del dott. Ndiaga Gaye, presidente della Consulta degli stranieri, e del marito di Sofia Belkacem, Consigliera Aggiunta degli immigrati.

Le chiedo quindi di individuare una data in cui procedere alle elezioni della nuova Consulta e di rinnovare la carica di Consigliere aggiunto degli stranieri in quanto queste istituzioni, a Pescara e nelle altre tante città italiane dove sono state attivate, hanno dato attuazione ai principi di pari dignità, promuovendo i diritti della donna e dell'uomo e la convivenza pacifica al fine di realizzare una società multietnica di rispetto reciproco delle culture di appartenenza."

Giovanni Di Iacovo
Consigliere Comunale di Pescara
Capogruppo di “Sinistra e Libertà”
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento