menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Street art come volano per turismo e decoro urbano: arriva il sì del consiglio regionale alla legge del M5s

Soddisfatto il consigliere pentastellato Smargiassi che aveva presentato la proposta di legge per sfruttare l'arte di strada come volano per il turismo e combattere il degrado

Il consiglio regionale ha approvato all'unanimità la legge riguardante lo sviluppo della street art in Abruzzo, come volano per il turismo e per combattere il degrado urbano. Lo ha fatto sapere il consigliere del M5s Smargiassi che aveva presentato la proposta di legge, che valorizzerà piccoli e grandi comuni della regione grazie alle opere d'arte in strada di altissimo livello estetico ed artistico.

Si partirà, spiega Smargiassi, con i piccoli borghi d'Abruzzo, grazie allo stanziamento di fondi per portare visitatori nei piccoli centri ma anche nelle periferie dei grandi centri dove spesso regnano degrado e incuria:

Far conoscere l’Abruzzo, anche attraverso queste opere, nel resto d’Italia e in tutto il mondo è un altro aspetto che questa legge contempla. In quest’ottica ho voluto inserire un articolo che prevede lo stanziamento di 10mila euro l’anno nel bilancio della Regione Abruzzo per la realizzazione di pubblicazioni che raccolgano le varie opere da diffondere, anche con l’ausilio del Cram, in sedi nazionali ed internazionali. Guardiamo al futuro con ottimismo e credo che il turismo sarà una componente fondamentale anche per la ripresa economica post Covid.

Per Smargiassi, l'Abruzzo deve diventare un vero museo a cielo aperto grazie alle sue immense risorse naturali unendo però anche la vocazione artistica e contemporanea. esattamente come avviene già in altre città con migliaia di turisti o piccole realtà abruzzesi come il comune di Aielli, che ha fatto delle sue mura e di alcuni fabbricati un patrimonio unico nella nostra regione, o il recupero dell’immagine di D’Annunzio attraverso murales d’autore che la Regione ha finanziato a Pescara.

La Street Art si oppone idealmente al concetto di arte come bene privato: è immediatamente fruibile agli occhi del visitatore che si lascia incuriosire ed affascinare da opere su muri che, altrimenti, resterebbero nell’anonimato. La sua fruizione è praticamente gratuita e ha un ruolo educativo di indubbia rilevanza quando si mette al servizio di tematiche di interesse collettivo

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento