Politica

Legge omnibus su urbanistica, trasporti e cultura: si accende il dibattito politico in Regione

Approvato in consiglio regionale il progetto di legge “Disposizioni in materia urbanistica e trasporti, cultura ed informazione, e modifiche normative". Non mancano le polemiche.

Il Consiglio regionale dell’Abruzzo ha approvato a maggioranza il progetto di legge, “Disposizioni in materia urbanistica e trasporti, cultura ed informazione, e modifiche normative". Si tratta della legge omnibus. Una norma che ha acceso il dibattito politico in Regione.

In particolare, il testo è organizzato in quattro Capi, distinti per materia e funzione. La prima parte è dedicata alle Disposizioni in materia urbanistica e trasporti. Vengono apportate diverse modifiche alla “Nuova legge urbanistica sul governo del territorio”, rispondendo all’esigenza di chiarire e precisare la portata applicativa ed interpretativa di alcune disposizioni regionali derivanti dalle numerose richieste indirizzate all’Ufficio pianificazione territoriale della Giunta regionale. Sul tema sono state accolte anche diverse proposte di modifica provenienti dai gruppi di opposizione. 

"Le omnibus, il metodo dei finanziamenti a pioggia, le risorse dilapidate con assegni in bianco che in qualche caso non potranno nemmeno essere onorati viste le condizioni del bilancio regionale", commenta il segretario del Pd Daniele Marinelli. Dobbiamo dire, una volta per tutte, che la delibera con le regalie di fine anno va revocata e i 18 milioni bruciati in mille rivoli devono essere utilizzati per la sanità e che il deficit delle Asl non lo devono pagare gli abruzzesi con il taglio dei servizi, come sta avvenendo. Va denunciato con grande forza che l’abitudine ad elargire mance e mancette elettorali va fermata. Servono programmazione e bandi, quelli che producono sviluppo dentro una visione”. 

“Purtroppo, sembra di trovarsi di fronte a uno show americano dove si compra una valigia all’asta senza conoscerne il contenuto e solo dopo averla portata a casa si scoprirà se è stato un vero affare o un bidone. È un po' questo il dramma con cui si vede amministrare le risorse dei cittadini abruzzesi da parte del centrodestra regionale: senza oculatezza, senza chiarezza, senza ragionevolezza” dichiara Erika Alessandrini, consigliera regionale del Movimento 5 Stelle.

Il caso è il finanziamento di 500 mila euro per lo spettacolo della Notte dei serpenti, da tenersi a Pescara il prossimo luglio, ma che lo scorso anno è costato esattamente la metà, precisa Alessandrini. "Per l’edizione del 2024 la Regione vuole erogare una montagna di euro al buio, senza che sia stato presentato un progetto o un programma con ospiti tali da giustificarne il costo e soprattutto senza che vi sia contezza dell’opportunità di una simile spesa per un evento di una sola serata, trasmesso come lo scorso anno in differita sulla Rai". 

Un commento arriva anche dai Giovani Democratici, rappresentati dal Segretario Regionale Saverio Gileno e dal Responsabile Università e Diritto allo Studio Monaim Moutamid, che esprimono "ferma contrarietà alla recente approvazione della cosiddetta legge omnibus da parte della maggioranza di centrodestra del presidente Marsilio e dell’assessore Santangelo. La pratica di inserire provvedimenti eterogenei all'interno di una singola legge è già di per sé discutibile, ma in questo caso si aggiungono specifiche decisioni che riteniamo profondamente inique e dannose", precisano in una nota stampa.

Tra le varie misure approvate, spicca un contributo straordinario di 40 mila euro per l'anno 2024 in favore dell'Istituto Superiore di Scienze Religiose "Fides et Ratio" dell'Aquila, destinato a finanziare borse di studio per l'Anno Accademico 2024-2025. "Riteniamo questa scelta un esempio palese di come vengano privilegiati enti non statali a discapito delle istituzioni pubbliche, in un momento in cui gli atenei pubblici e le Aziende Regionali per il Diritto allo Studio Universitario versano nel caos e non sono ancora state erogate tutte le seconde rate delle borse di studio", si legge nella nota. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legge omnibus su urbanistica, trasporti e cultura: si accende il dibattito politico in Regione
IlPescara è in caricamento