Venerdì, 14 Maggio 2021
Politica

Lega, "Progetto Sicurezza Integrata": tolleranza zero e controlli a Pescara

Gli assessori e consiglieri comunali della Lega hanno presentato un documento con i punti di intervento per aumentare la sicurezza lungo le strade della città

Un sistema integrato di 350 telecamere sparse lungo la città con una sala di controllo unica dove monitorare la situazione h24, ed ancora un Daspo urbano per chi compie reati e delinque in città, oltre al potenziamento dell'illuminazione pubblica ed all'aumento degli agenti della polizia municipale in strada ventiquattro ore su ventiquattro.

Sono i principali provvedimenti presentati dai consiglieri ed assessori della Lega per il pacchetto "Progetto Sicurezza Integrata" che verranno proposti all'amministrazione comunale ed al consiglio comunale. Il capogruppo D'Incecco ha evidenziato come alcuni di questi siano immediatamente attuabili, come la riorganizzazione del personale della polizia municipale che tornerà sulle strade ventiquattro ore su ventiquattro, sfruttando anche i troppi agenti chiusi negli uffici per mansioni amministrative che potrebbero essere eseguite da semplici dipendenti comunali:

Dobbiamo migliorare la pubblica illuminazione su tutta la città con un atto di indirizzo chiaro nei confronti di Pescara Energia, responsabile del servizio, e di Enel Sole, che si è aggiudicata l’appalto per la manutenzione degli impianti. Poi, possono partire subito gli sgomberi immediati per tutte le occupazioni abusive, in ottemperanza del Decreto Sicurezza. Dobbiamo lavorare su più fronti per il potenziamento della videosorveglianza; poi occorre promuovere anche l’inclusione con una politica di solidarietà sociale attivando i Servizi preposti, puntando sullo sport, offrendo delle valide alternative ai giovani che vivono nelle aree più disagiate e a rischio.

Inoltre, si pensa all'introduzione del "controllo di vicinato", ovvero gruppi di autocontrollo e aiuto dei cittadini che segnaleranno ciò che accade nei quartieri come avviene in molte città, un servizio che potrebbe essere svolto con l'ausilio del Geav, i Gruppi Ecologici Ambientali. Ed infine le telecamere:

Parliamo di un sistema di 350 telecamere che potremo progressivamente incrementare, e in quella Control Room confluiranno anche le immagini delle 30 telecamere dello Stadio Adriatico, quelle installate dal Comune di Montesilvano al confine con Pescara, e abbiamo chiesto all’Anas di mettere impianti di videosorveglianza agli svincoli dell’asse, dunque parliamo di un sistema espandibile e implementabile. La vera novità sta nel sistema di controllo, ovvero per ogni telecamera avremo un alert che permetterà agli operatori di inquadrare in presa diretta ciò che accade sulle nostre strade mentre sta accadendo. A novembre partirà la gara d’appalto ed entro qualche mese saremo operativi

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega, "Progetto Sicurezza Integrata": tolleranza zero e controlli a Pescara

IlPescara è in caricamento