menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le Naiadi, Costantini: "Il bando per la gestione non basta"

Il candicato sindaco Carlo Costantini interviene in merito alla questione della riapertura delle Naiadi, evidenziando alcuni problemi di fondo della struttura

Il bando per affidare il servizio ad un nuovo gestore non basterà per riaprire le Naiadi. A parlare è il candidato sindaco Carlo Costantini che interviene in merito al dibattito sulla struttura che è chiusa a tempo indeterminato da ormai più di una settimana.

Secondo Costantini, infatti, occorre risolvere le criticità strutturali ed i guasti che si sono registrati negli ultimi mesi, considerando che il nuovo gestore non avrà titolo per intervenire:

Se da una parte non ho dubbi sulla competenza e la determinazione dell’assessore Febbo, dall’altra ho seri dubbi sul fatto che la prosecuzione del procedimento di gara per la gestione temporanea delle piscine Le Naiadi possa autonomamente consentire l’immediata riapertura dell’impianto

Se a questo si aggiunge che la gestione di una piscina ha i tratti distintivi di un servizio pubblico, trattandosi di attività correlata alla realizzazione di interessi pubblici in quanto funzionale a consentire lo svolgimento di attività sportiva strettamente connessa con la tutela della salute pubblica che l’articolo 32 della Costituzione individua quale fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività è evidente che il perdurare della interruzione di un servizio pubblico possa e debba essere in ogni modo impedito, anche con l’utilizzo degli strumenti tipici che la legge pone a disposizione della pubblica amministrazione per fronteggiare le emergenze

Costantini auspica un intervento immediato della Regione per poter procedere alla riapertura in tempi rapidi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento