menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova corsia autobus da sud a nord in viale Marconi, ipotesi al vaglio delle commissioni comunali

Le commissioni Mobilità e Lavori Pubblici convocano il direttore dei lavori dopo la possibile inversione della corsia riservata agli autobus

Sarà valutata giovedì 18 febbraio la nuova proposta di variante in fase di elaborazione per il cantiere di viale Marconi a Pescara.
Il cambio prevede l'inversione di marcia della corsia centrale riservata agli autobus che passerebbe da nord-sud a sud-nord.

Nella seduta congiunta delle commissioni Mobilità e Lavori Pubblici, presiedute da Armando Foschi e Massimo Pastore, è stato convocato il direttore dei lavori, Fabrizio Trisi, allo scopo di approfondire la modifica.

«Una proposta», scrivono Foschi e Pastore, «che prevede un’inversione radicale del senso di marcia sulla corsia preferenziale destinata al transito dei bus Brt (bus rapid transit), che diventerebbe sud-nord, anziché nord-sud come sempre ipotizzato. Una modifica sostanziale che, di fatto, implica anche una diversa filosofia e un potenziamento della viabilità a questo punto proveniente da Francavilla al Mare, anziché da Montesilvano. Ovviamente vogliamo vedere bene le carte, solo anticipate dall’architetto Cantagallo, prima di poterne giudicare la bontà o meno». 

I due presidenti di commissione fanno anche il punto sul cantiere che va avanti veloce: «Le ruspe si trovano già all’altezza del Circolo Tennis, in via Marconi; le rotatorie sono state tutte aperte per realizzarvi il tracciato della corsia preferenziale dei bus e sono state realizzate le isole salvagente, che per ora servono ad aiutare i pedoni nell’attraversamento, offrendo loro un punto di sosta e che successivamente potranno essere impiegate anche per la discesa dei passeggeri dai bus. Avremmo voluto conoscere anche qualche dettaglio sulla variante predisposta per l’allestimento dei nuovi parcheggi previsti sul lato mare di piazza Unione, al posto dell’ex distributore di carburante. E invece l’architetto Cantagallo ci ha anticipato un’altra variante che sarebbe in fase di elaborazione da parte dell’architetto Trisi. In sostanza, l’ufficio tecnico avrebbe ipotizzato di invertire il senso di marcia dei mezzi pubblici che transiteranno sulla corsia preferenziale: sino a oggi era previsto che su quella corsia a senso unico di marcia i bus transitassero in direzione nord-sud, per potenziare il trasporto pubblico proveniente da Montesilvano, oggi abbiamo scoperto che, con la variante, i mezzi pubblici potrebbero transitare sulla corsia preferenziale in direzione sud-nord, spostando la stessa corsia di marcia più al centro della carreggiata, dunque a ridosso delle isole salvagente, anzichè costeggiare a raso il marciapiede lato monte. Questo significherebbe utilizzare subito le isole salvagente come salita, discesa e attesa dei passeggeri dei mezzi, e liberare le attuali fermate con pensiline, riconquistando parcheggi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento