Martedì, 3 Agosto 2021
Politica

Lavoratori Pescara Parcheggi, Fiorilli fa spallucce

L'assessore Fiorilli interviene sul caso degli otto lavoratori della Pescara Parcheggi a rischio licenziamento, dopo la denuncia di Corneli e Diodati del PD. "Il Comune non c'entra"

Il Comune non c'entra.

E' quanto afferma il vicesindaco ed assessore Fiorilli in merito alla questione degli otto lavoratori di Pescara Parcheggi a rischio licenziamento, replicando alle dichiarazioni dei consiglieri Corneli e Diodati del PD, che avevano scritto al Direttore Generale del Comune Ilari.

Fiorilli si è detto sorpreso del fatto che i consiglieri si siano rivolti al Comune per avere delucidazioni, considerando che la società partecipata ha un amministratore unico.

"Ha sorpreso non poco la lettera che i due consiglieri Pd Corneli e Diodati hanno erroneamente indirizzato al Direttore generale e, più in generale al Comune a fronte della presenza di un Amministratore Unico della società. Tant’è vero che nella delibera approvata dal Consiglio comunale per la ricapitalizzazione di Pescara Parcheggi, il Consiglio ha deliberato di ‘sollecitare l’amministratore unico della società Pescara Parcheggi ad avviare le necessarie verifiche organizzative finalizzate alla stabilizzazione nei modi e termini di legge del personale e di sollecitare altresì l’amministratore unico affinchè siano individuate le più convenienti tecniche innovative finalizzate a incrementare il grado di automazione della sosta tariffata’. Ovvero il Consiglio comunale ha rivolto i propri ‘solleciti’ all’Amministratore della società e non certo all’amministrazione comunale, ovvero al sindaco o a se stesso." ha detto Fiorilli, ribadendo che di fatto il Consiglio durante il voto di qualche settimana fa ha salvato 40 posti di lavoro con la ricapitalizzazione della società.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori Pescara Parcheggi, Fiorilli fa spallucce

IlPescara è in caricamento