rotate-mobile
Politica

Creati (Italexit) sui tavolini all'aperto in città: "I cittadini pagano gli scontri interni al centrodestra"

Marius Creati commenta lo scontro nel centrodestra comunale riguardante le norme per l'occupazione del suolo pubblico da parte dei locali di Pescara

I cittadini non devono pagare gli scontri interni alla coalizione comunale di centrodestra sulla questione dell'occupazione di suolo pubblico per i locali. A dirlo Marius Creati, coordinatore provinciale di Italexit per l'Italia, che commenta la vicenda delle polemiche scoppiate internamente alla maggioranza cittadina:

"È sorprendente constatare che nella destra in coalizione si arrivi ai battibecchi esacerbanti in prossimità delle elezioni imminenti! Tutto ciò fa pensare che ci siano incongruenze tra le parti che fa presumere un certo malcontento di fondo. Non vorrei comunque soffermarmi sul piano politico laddove non rientri nel merito delle loro discussioni.
 
Piuttosto vorrei schierarmi come sempre dalla parte del cittadino, ed in tal caso a difesa degli esercenti commerciali oggetto della diatriba della destra, i quali a sentir dire sono contrariati sulla gestione del ritiro dei tavoli all'aperto sull’ipotesi che molte regolamentazioni siano deliberate o revocate, quindi considerate, non sul piano della praticità che favorisca il prolungamento delle attività di ristorazione quanto piuttosto sul piano politico di interesse partitico e per di più in attinenza alle attività elettorali. Una doglianza reclamata da molti esercenti decentrati dalle zone più frequentate lamenta una tassazione uniformata che non distingua la polarizzazione tra zone centrali e periferie."

Creati spiega che le liti pre elettorali danneggiano i cittadini e le attività lavorative:

"In conclusione vorrei ribadire che quando vengono stabilite delle regole, in base ad un criterio di credibilità e di stabilità collettiva, codeste non siano tirate in ballo per facilitare o meglio alimentare l’affluenza del voto a favore delle tornate elettorali piuttosto che rimanere conformi alle prerogative summenzionate nell’esclusivo interesse della comunità. Si è stanchi di sopportare progressive delibere di regolamentazioni che vadano bene per un giorno mentre meno per quello successivo! I cittadini chiedono maggiore coerenza e meno devoluzioni amministrative di scarso interesse collettivo."
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Creati (Italexit) sui tavolini all'aperto in città: "I cittadini pagano gli scontri interni al centrodestra"

IlPescara è in caricamento