rotate-mobile
Politica

Due spettacoli e un libro le iniziative del Comune in occasione del centenario dalla morte di Eleonora Duse

Due spettacoli teatrali e la presentazione di un volume dedicato ad Eleonora Duse le iniziative organizzate dall'amministrazione comunale per ricordare la figura della musa ispiratrice di Gabriele D'Annunzio

Tre iniziative per ricordare Eleonora Duse, musa ispiratrice di Gabriele D'Annunzio, in occasione del centenario dalla sua morte. L'amministrazione comunale con l'assessore Maria Rita Carota ha presentato i due spettacoli teatrali e il volume dedicati alla Duse, alla presenza di i Franca Minnucci e del sindaco Carlo Masci.

“Il 2024 è un anno di centenari, compreso quello della morte di Eleonora Duse, una donna alla quale il nostro Vate fu profondamente legato e alla quale abbiamo deciso di dedicare un serie di momenti di approfondimento, avvalendoci dell’esperienza, della competenza e del know how di Franca Minnucci. Il primo evento si svolgerà domenica 21 aprile, alle ore 18, all’Aurum, quindi di nuovo tra fine maggio e inizi di giugno e infine a settembre, in cui ci saranno peraltro altre iniziative. Franca Minnucci, tra le altre attività, avrà modo di presentare al pubblico l’ultima fatica letteraria, un libro che sta ultimando in cui ha raccolto, raccontato e spiegato gli ultimi telegrammi tra la Duse e il Vate”. La Minnucci ha dichiarato:

“Ringrazio l’assessore Carota, il sindaco Masci e l’amministrazione comunale per la grande sensibilità, niente affatto scontata, dimostrata nell’accogliere la mia proposta di dedicare uno spazio artistico specifico alla figura della Duse. Tra le altre testimonianze mostreremo al pubblico le copie autentiche delle prime pagine dei giornali uscite in occasione della morte della Duse, mostrando la chiesa in cui si sono tenute le esequie, con un’America intera che si è fermata per quell’occasione, dando rilievo all’evento, considerata ‘donna ospite di Stato Americano’ la massima onorificenza mai data.

Ricorderemo i 50 giornalisti accreditati per il suo arrivo a New York che con la Duse non poterono scambiare neanche una parola perché la donna, una volta sbarcata, fu prelevata e portata in albergo, tanto che si accontentarono di parlare con l’autista del taxi”. Il sindaco Masci:

“La Minnucci riesce a trasferire la sua passione nei suoi studi dedicati a d’Annunzio, raccontandoci lo spazio della storia, della nostra cultura e tradizione”. Lo spettacolo ‘La Divina Eleonora’ in programma per domenica 21 aprile alle ore 18 all’Aurum ripercorre l’ultima tournèe dell’attrice e il suo malinconico rientro in patria, con testo scritto da Franca Minnucci, che ha precisato: “uno spettacolo molto coinvolgente sotto il profilo emotivo che ha il pregio della scientificità delle fonti e quindi una grande forza divulgativa. Lo spettacolo prevede anche una voce tenorile, immagini e video”.

Il secondo appuntamento si svolgerà a fine maggio a casa d’Annunzio con la presentazione del libello uscito per ‘Signature’, costruito sull’intervista concessa alla poetessa Anna Maria Farabbi, premio Montale per la Poesia. La
presentazione prevede un dibattito affrontato dalla curatrice e dalla poetessa sul valore, l’importanza e la complessità della pubblicazione degli epistolari, con letture teatrali e musica.

Infine a settembre presentazione al Museo delle Genti d’Abruzzo dell’ultimo lavoro della Minnucci, i telegrammi ‘Perché arrivano Vivi’ ancora inediti tra d’Annunzio e la Duse, accompagnato da una lettura teatrale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due spettacoli e un libro le iniziative del Comune in occasione del centenario dalla morte di Eleonora Duse

IlPescara è in caricamento