Politica

Sono 350 gli incidenti registrati a Pescara nel 2021, in calo rispetto agli anni precedenti

I dati sono stati diffusi durante l'ultima seduta della commissione mobilità presieduta da Armando Foschi

Nei primi nove mesi del 2021 sono stati rilevati dalla polizia municipale di Pescara 350 incidenti, in calo rispetto agli anni precedenti e la maggior parte sono causati da distrazioni alla guida per uso cellulare o eccesso di velocità. Aumentano quelli per problemi infrastrutturali delle arterie cittadine. Lo ha fatto sapere il presidente della commissione mobilità Foschi al termine della seduta alla quale hanno partecipato il maggiore
Paolo Costantini della polizia municipale, gli architetti Giancarla Fabrizio, Michela Passerini e
Alessandro Celiberti operanti nel Centro di monitoraggio della sicurezza stradale.

Foschi ha anticipato che l'amministrazione Masci chiuderà la redazione del programma triennale delle opere pubbliche con investimenti pari a 2 milioni di euro per la sicurezza stradale e la viabilità in genere.

"Da osservatore esterno ci sembra che gli incidenti siano ancora troppi: solo negli ultimi venti giorni si sono
verificati tre sinistri con auto ribaltate, segno che si corre troppo e che si è troppo distratti alla guida. Lo testimoniano anche le aiuole spartitraffico, i cordoli o i paletti puntualmente divelti sulla riviera sud e nord, come pure in via d’Annunzio, opere che poi vanno ripristinate con un ulteriore aggravio di spesa a carico del pubblico. I ciclisti, al pari degli automobilisti, sono indisciplinati e continuano a fare la gimcane tra le auto nonostante i chilometri di piste ciclabili oggi esistenti, senza dimenticare la guida contromano o dei monopattini. "

Nel periodo 2002 - 2003, per un confronto, gli incidenti erano stati 1.500 se si contano solo quelli rilevati dalla polizia municipale e non gestiti direttamente dagli automobilisti con il Cid. Preoccupano invece le cause dovute alla distrazioni alla guida che porta a scontri con auto in sosta, fuoriuscita dalla carreggiata o investimento di pedoni e ciclisti con i dati presi in esame dallo studio dei sinistri dal 2014 al 2018:

"Nello studio  oggi in fase di conclusione, emerge tra le cause, oltre ai cattivi comportamenti degli automobilisti, anche le problematiche strutturali di alcuni nodi strategici della città, ovvero gli incroci di viale Muzii-via Regina Elena, via Monte di Campli-via Fonte Romana, via Fonte Romana-via Pian delle Mele, piazza della Marina-
via Da Vestea, via Don Brandano-via da Vestea, via Marconi-via Conte di Ruvo, lungomare Papa Giovanni XXIII-via lungomare Cristoforo Colombo, via Colle di Mezzo-strada Pandolfi, via delle Fornaci-via dell’Emigrante, via del Santuario, via Leonardo Da Vinci-via Raffaello, via del Santuario-via Valle di Rose, via Salara Vecchia-strada comunale Piana. "Foschi ha concluso che proprio su queste strade si interverrà per migliorare la sicurezza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sono 350 gli incidenti registrati a Pescara nel 2021, in calo rispetto agli anni precedenti

IlPescara è in caricamento