rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica

Inchiesta mare inquinato, Alessandrini: "Massimo rispetto per la magistratura"

Attraverso Facebook è arrivato il commento del sindaco sulla vicenda giudiziaria in cui è coinvolto, cioè l'inchiesta sul mare inquinato e il divieto di balneazione "fantasma" per cui il pm ha chiesto 6 mesi, così come per il suo ex vice Del Vecchio

Attraverso un post su Facebook è arrivato il commento di Marco Alessandrini sulla vicenda giudiziaria che lo vede attualmente protagonista. Il sindaco di Pescara, infatti, è coinvolto nell'inchiesta sul mare inquinato dell'estate 2015 e il divieto di balneazione "fantasma" per la quale il pm ha chiesto 6 mesi, così come per il suo ex vice Enzo Del Vecchio

"Da parte mia - scrive il primo cittadino - massimo rispetto, come sempre, per il lavoro della magistratura. Per quelli che sono i miei valori, per quella che è la mia storia, non potrebbe essere altrimenti. Sul procedimento in corso, proprio per rispetto ai giudici e al loro lavoro, per il momento non ho altro da dire".

Alessandrini prosegue, poi, parlando di due suoi avversari politici, entrambi esponenti di Forza Italia: l'ex sindaco Mascia e il capogruppo comunale Antonelli.

"Mi permetto solo di aggiungere l'augurio per il mio predecessore, l’ex sindaco Luigi Albore Mascia, e per il Capogruppo di Forza Italia al Comune di Pescara Marcello Antonelli, persone sulla cui correttezza e onestà non ho alcun tipo di dubbio e imputati in un procedimento collegato al mio, di poter dimostrare la loro totale innocenza rispetto ai reati che gli vengono contestati".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta mare inquinato, Alessandrini: "Massimo rispetto per la magistratura"

IlPescara è in caricamento