menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il PD sull'asse viario: "Ritardi nell'avvio dei lavori, progetto già approvato da noi"

I consiglieri comunali del PD hanno replicato alle dichiarazioni del sindaco Mascia e degli esponenti del centrodestra riguardanti l'avvio dei lavori del "terzo asse" viario di Pescara. "I lavori sono in ritardo di quattro mesi, avevamo posato noi la prima pietra il 4 giugno scorso"

I consiglieri comunali del PD hanno voluto rispondere alle dichiarazioni del sindaco Mascia e degli esponenti del centrodestra presenti alla conferenza stampa sul "terzo asse" viario di Pescara, con la distribuzione di alcuni volantini ai cittadini.

Mentre, infatti, si teneva l'incontro della maggioranza che illustrava come a breve partiranno i lavori di congiunzione di via Caravaggio, via Ferrari e via Dell'Emigrante, i consiglieri dell'opposizione, guidati da Marco Alessandrini, davanti alle scalette di via Da Vinci, distribuivano volantini riguardanti i dettagli dell'opera, che dimostrerebbero come ci siano notevoli ritardi causati dalla nuova amministrazione.

"Abbiamo posato noi, lo scorso 4 giugno, la prima pietra dei lavori che sarebbero dovuti partire in breve tempo. I lavori erano già stati appaltati ed avrebbero dovuto concludersi entro 180 giorni" dichiara Alessandrini.

"E' evidente come il centrodestra stia continuando a perdere tempo: di fatto, siamo in ritardo sul programma dei lavori di quattro mesi" hanno proseguito i consiglieri.

La maggioranza, da parte sua, aveva dichiarato che in realtà l'appalto era stato assegnato quando non c'era ancora la certezza di avere a disposizione le risorse finanziarie necessarie, risorse che, per Teodoro, ora sono state realmente garantite.

Ma D'Angelo, del PD, respinge le accuse considerandole definendole delle assurdità.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento