menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il PD sui tigli di via R.Elena e sulla scuola Michetti: "Cittadini danneggiati"

I consiglieri comunali del PD criticano duramente le delibere riguardanti la potatura dei tigli in via R.Elena e lo sfratto della scuola media Michetti da destinare esclusivamente alla Polizia Municipale. "La Giunta opera scelte contro i cittadini"

Questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, i consiglieri comunali del PD hanno criticato duramente due delibere della Giunta comunale del sindaco Mascia, riguardanti la potatura dei tigli in via R.Elena ed il possibile sfratto della scuola media Michetti dall'attuale stabile condiviso con la Polizia Municipale.

Sulla questione dei tigli in via Regina Elena, Paola Marchegiani è tornata a sollevare la questione della potatura anticipata rispetto al periodo previsto, che potrebbe danneggiare seriamente la vita delle piante.

In particolare, l'operazione è stata affidata alla società Attiva dalla Giunta Comunale, senza tenere conto del bando istituito ed assegnato dalla passata amministrazione che aveva previsto la potatura per il mese di novembre, del quale si sarebbe dovuta occupare un'altra azienda.

Il PD quindi contesta la mancanza di regole e di trasparenza nell'assegnazione di questo incarico ad Attiva, che ha così, di fatto, occupato 10 operai per circa quindici giorni sottraendoli al lavoro ordinario, indispensabile in questo periodo in cui la città ha sofferto per i problemi legati alla raccolta dei rifiuti ed alla pulizia stradale.

Inoltre, per il gruppo del PD la potatura, come già espresso nelle scorse settimane, sarebbe dannosa per le piante in quanto la legge nazionale non consente ques'operazione, se non a partire dal mese di novembre.

Riguardo il possibile sfratto della Scuola Media Michetti dall'attuale sede in via del Circuito, condivisa parzialmente con la Polizia Municipale, l'opposizione comunale ha presentato una mozione con la quale si chiede al sindaco di rinunciare al piano di dislocazione voluto dall'assessore Teodoro.

All'inizio di settembre, infatti, lo stesso Teodoro aveva inviato una nota al Dirigente Scolastico della Michetti ed agli Uffici Scolastici competenti richiedendo un incontro urgente per definire le modalità di trasferimento delle attività scolastiche in quanto gli attuali locali dovranno ospitare l'armeria e la camera di sicurezza della Polizia Municipale.

Il PD sottolinea come già la vecchia amministrazione avesse previsto dei lavori di adeguamento in previsione della necessità dell'armeria e della camera di sicurezza, senza che vengano meno le condizioni di sicurezza per ospitare la scuola Michetti, che negli ultimi anni ha conosciuto un sensibile aumento degli alunni, passati da circa 100 a 195.

"Questi provvedimenti dimostrano come la Giunta predichi bene e razzoli male, con la mancanza di trasparenza nelle decisioni prese e soprattutto danneggiando l'interesse della collettività" dichiarano i consiglieri del PD.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento