Hotel low cost Ikea, Testa ne vuole uno fra Pescara e Chieti

Il Presidente della Provincia Testa chiede ad Ikea di realizzare uno dei suoi 100 Hotel low cost fra Pescara e Chieti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPescara

Il presidente della Provincia di Pescara Guerino Testa lancia una richiesta all'Ikea, che  in questi giorni ha annunciato il progetto di realizzare cento hotel low cost in Europa, di cui il primo aprirà i battenti l'anno prossimo in Germania. Testa chiede che una di queste strutture sorga nell'area metropolitana di Pescara-Chieti, la stessa dove il colosso svedese dell'arredamento sta per aprire uno dei suoi famosissimi punti vendita.
"L'iniziativa promossa dall'Ikea nel settore alberghiero potrebbe collocarsi perfettamente nel territorio abruzzese per una serie di motivi - dice il presidente Testa. Un hotel low cost nella nostra zona consentirebbe di 'aprire' ad un turismo diverso, composto principalmente da giovani ma anche da famiglie. Considerata la crisi e le difficoltà che incontrano molti  italiani ad andare in vacanza, un complesso alberghiero del genere sarebbe l'ideale, perché vorrebbe dire non solo rilancio del turismo ma anche nuovi posti di lavoro e un aiuto all'indotto. Da non dimenticare, poi, che Pescara è uno degli aeroporti in Italia dove si vola low cost per cui l'abbinamento sarebbe perfetto per creare vacanze in Abruzzo davvero accessibili a tutte le tasche. L'abbinamento tra il nostro scalo aeroportuale e l'hotel potrebbe rivelarsi un propulsore di affari  sia per l'uno che per l'altro. E per Ikea - aggiunge Testa - sarebbe un doppio investimento in questa terra e, sicuramente, un successo doppio. Credo quindi che il suggerimento possa essere oggetto di una riflessione approfondita anche con la Saga (la società che si occupa della gestione dell'aeroporto e sta lavorando per il suo rilancio), alla luce delle enormi potenzialità non soltanto dell'area metropolitana Pescara-Chieti ma di tutta la regione che tra mare e montagna offre scenari straordinari, oltre a un bagaglio di tradizioni uniche, un mondo enogastronomico davvero allettante e un patrimonio variegato tutto da scoprire nei nostri comuni grandi e piccoli". Considerato che il progetto dell'Ikea ha già incassato a livello nazionale i primi consensi di albergatori e associazioni di consumatori, Testa chiede che "a livello locale si crei una cordata di intenti e che la proposta venga rilanciata dagli stake holders per essere portata all'attenzione di Ikea, corredata da tutti i dati necessari a renderla appetibile".

Torna su
IlPescara è in caricamento