Guerra dei taxi, Pignoli al fianco dei tassisti pescaresi: "Pronti alle barricate"

Attuare anche forme di protesta clamorose per difendere il diritto dei tassisti pescaresi a poter lavorare all'aeroporto di Pescara. A parlare è il consigliere comunale Udc Pignoli

Scendere in campo anche con forme di protesta clamorose, per difendere il diritto dei tassisti pescaresi a poter lavorare all'aeroporto di Pescara. A parlare è il consigliere comunale dell'Udc Pignoli che interviene in merito alla guerra dei taxi che vede i tassisti pescaresi contro quelli teatini, sostenendo le ragioni del sindaco Masci.

Secondo Pignoli, i tassisti dopo anni di battaglie hanno dovuto accettare la presenza di due stalli su otto disponibili per i tassisti teatini, come disposto dal presidente della Regione Marsilio:

Si tratta di una decisione errata nel merito e nel metodo e che sicuramente non risolverà la questione che si dibatte ormai da tempo e che ha visto in passato anche momenti di forte tensione. Così facendo il presidente della Regione non risolve il problema, lasciando immutate le tensioni e facendo un torto ai tassisti pescaresi che vedono così calpestati i propri diritti. Per questo chiederò già lunedì la convocazione della Commissione Comunale competente in cui chiederò un impegno della Amministrazione Comunale con la predisposizione di un ricorso al TAR contro il provvedimento firmato dal presidente Marsilio, e la preparazione di un nuovo regolamento molto rigido per limitare i danni nei confronti dei tassisti pescaresi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sabato 16 e domenica 17 novembre la festa è alle Porte

  • Superenalotto, vinto a Pescara quasi mezzo milione di euro

  • Pescara: è morto Egeo Marsilii, il "re" delle chiavi e delle serrature delle carceri italiane

  • Pescara, allerta meteo per il 12 novembre: le previsioni

  • Incidente in via Tirino, scontro tra ambulanza e auto della polizia municipale - FOTO -

  • Sequestrati 10 mila litri di gasolio, 3 persone nei guai per contrabbando di carburante

Torna su
IlPescara è in caricamento