menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Golena nord, 25 posti gratuiti ceduti ad un hotel: è polemica

Scoppia la polemica fra Forza Italia, con il coordinatore cittadino Cerolini, e il vicesindaco Del Vecchio in merito alla questione dei 25 posti auto gratuiti tolti al pubblico lungo la golena nord

E' polemica fra maggioranza ed opposizione in merito alla questione dei 25 posti auto gratuiti, ceduti all'Hotel Duca D'Aosta per la sosta dei propri clienti.

Ad intervenire è il coordinatore cittadino di Forza Italia Cerolini Forlini, che attacca l'amministrazione Alessandrini: "L’ennesimo ceffone in faccia rifilato agli automobilisti pescaresi, a partire dai dipendenti degli uffici pubblici situati in piazza Italia, primi fruitori di quell’area, che devono fare i conti con i posti gratuiti sempre più risicati, e destinati a dover ripiegare sui posti auto a pagamento, con i relativi oneri” ha dichiarato Cerolini, aggiungendo che quell'area da sempre è stata utilizzata dal Comune per la sosta gratuita, area che anni fa durante la giunta di centrodestra è anche stata sottoposta ad interventi di riqualificazione. In quel parcheggio, aggiunge il coordinatore di Forza Italia, trovano posto dipendenti pubblici, commercianti e cittadini che si recano in centro per fare acquisti o sbrigare pratiche negli enti pubblici.

"Non comprendiamo le ragioni di una scelta assolutamente antieconomica e impopolare da parte della giunta Alessandrini: in passato infatti i nostri uffici hanno effettuato un’operazione molto simile, con i titolari delle strutture alberghiere situate nel centro di Pescara, tra piazza Sacro Cuore, via Piave e la riviera, ma, in questo caso, abbiamo riservato per la loro clientela dei posti auto sulle aree di risulta o anche nelle zone a pagamento gestite dalla società Pescara Parcheggi e, ovviamente, gli imprenditori privati, per usufruire di quei posti riservati, hanno comunque dovuto pagare a Pescara Parcheggi l’esatto corrispettivo dei posti auto occupati in maniera esclusiva." ha concluso Cerolini, che chiederà la revoca dell'ordinanza.

Pronta le replica del vicesindaco Del Vecchio: "Non conosco le ragioni per cui l’ex assessore Guido Cerolini Forlini, oggi coordinatore cittadino di Forza Italia, si sia così accanito contro le attenzioni che l’Amministrazione ha posto verso il turismo alberghiero, con riferimento alla possibilità di garantire agli operatori un adeguato servizio di parcheggi in aree strategiche della città. Di certo so però che quando Cerolini Forlini era assessore ha egli stesso deliberato la concessione di parte delle aree di risulta a favore di alcune strutture alberghiere del centro cittadino, stessa scelta che oggi contesta a mezzo stampa e lo fece rinviando a successivi provvedimenti analoga attenzione per altri alberghi." ha dichiarato il vicesindaco, aggiungendo che il Comune lavorerà sempre per accontentare da un lato le esigenze degli operatori turistici, dall'altro per ridurre al minimo i disagi per i cittadini, trovando un accordo di compensazione con gli stessi albergatori. Del Vecchio poi auspica una maggiore coerenza a Cerolini su tutti i temi caldi cittadini, rispetto alle dichiarazioni fatte in contrapposizione con gli atti compiuti quando era amministratore cittadino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento