menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il consigliere Frattarelli replica al vicesindaco Santilli sulla questione delle multe alle bici: "Meno repressione e più rastrelliere"

Il consigliere di centrosinistra interviene dopo le numerose sanzioni comminate ai proprietari di biciclette posteggiate non correttamente sul lungomare ed in città

Più rastrelliere e meno repressione e multe per risolvere il problema delle bici posteggiate in modo non corretto in città. A parlare è il consigliere comunale d'opposizione Mirko Frattarelli, che interviene dopo l'annuncio da parte del vicesindaco Santilli di diverse sanzioni comminate a ciclisti indisciplinati, con i controlli serrati che proseguiranno anche nelle prossime settimane.

Secondo Frattarelli, Santilli in realtà non protestava quando era consentito agli automobilisti di parcheggiare sopra la riviera nord, aggiungendo che fortunatamente l'uso delle biciclette si sta diffondendo in città e dunque occorrono nuove strategie:

La soluzione affinché i cittadini parcheggino meglio la loro bici? Più rastrelliere. Non ci sono altre soluzioni. Sul nostro lungomare ci sono pochissime rastrelliere, e l’amministrazione comunale invece di pensare a come punire chi parcheggia malamente la propria bicicletta, dovrebbe investire e dotare la città di spazi idonei dove parcheggiare il loro mezzo dolce in totale sicurezza e nel rispetto di tutti.

Secondo Frattarelli infine, in periodo d'emergenza sanitaria la polizia municipale dovrebbe essere utilizzata per i controlli sugli assembramenti e non per chi parcheggia male la propria bicicletta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento