Fosso Grande, il centrosinistra: "Serve un intervento serio e definitivo"

Stamane, in una conferenza stampa con il consigliere regionale Pd Blasioli e i consiglieri comunali Giampietro e Catalano, è stato sottolineato che “il canale aspetta interventi strutturali. La partecipazione al bando ministeriale è una risposta inefficace e pasticciata”

Sullo stato attuale di Fosso Grande, il centrosinistra ritiene che serva "un intervento serio e definitivo". Stamane, in una conferenza stampa con il consigliere regionale Pd Blasioli e i consiglieri comunali Giampietro e Catalano, è stato sottolineato che “il canale aspetta interventi strutturali. La partecipazione al bando ministeriale è una risposta inefficace e pasticciata”.

“Siamo dinanzi ad un fosso che è tale solo di nome - ha affermato Giampietro - ma che, in caso di condizioni atmosferiche avverse, potrebbe assumere sembianze e proporzioni di un fiume capace di travolgere e fare danni com’è già accaduto e vogliamo che le famiglie che ad ogni pioggia tremano per quello che potrebbe verificarsi, guardino al futuro con la speranza di una soluzione definitiva che ad oggi manca”.

Dello stesso avviso la consigliera Catalano: “Abbiamo registrato che ieri con una variazione di bilancio il Comune di Pescara ha introitato la somma di 60.000 euro. Dalla regione per la pulizia del Fosso. Non è un intervento che da soluzione definitiva, tra qualche mese dall’esecuzione dei lavori ci troveremo ad affrontare gli stessi problemi di oggi, mentre sconvolge che ad 11 mesi di distanza dallo stanziamento regionale, neanche la pulizia sia ancora partita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per il Tg1 l'Abruzzo diventa "#zonarozza": la gaffe spopola sul web

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Cerbiatto corre sul lungomare sud di Pescara, il video fa il giro del web

  • Furto d'identità a Pescara, il caso finisce a "Le Iene" [VIDEO]

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Ha i sintomi del Covid dopo la positività del coinquilino ma il tampone arriva dopo 20 giorni, il racconto di un pescarese

Torna su
IlPescara è in caricamento