rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Politica

Foschi sul progetto della metropolitana di superficie di Costantini: "Sembra quasi uno scherzo"

Il presidente della commissione mobilità interviene in merito al progetto presntato dal candidato sindaco Carlo Costantini di una metropolitana di superficie

Duro commento del presidente della commissione mobilità del Comune di Pescara Armando Foschi, in merito alla proposta del candidato sindaco Carlo Costantini di realizzare una metropolitana di superficie che includa diversi comuni della costa e della zona ovest dell'area metropolitana:

"Il centrosinistra di Carlo Costantini butta alle ortiche tutto il lavoro fatto fino ad oggi per la filovia come se negli ultimi trent'anni avessimo scherzato tutti, cioè tutte le istituzioni, da quelle locali a quelle nazionali, compresa la giustizia amministrativa che è stata più volte chiamata in causa. Ora propone una metropolitana di superficie che sfrutti i binari ferroviari. Sembra quasi uno scherzo, una boutade pre-elettorale, per illudere i cittadini che la strada-parco rimarrà così com'era fino a pochi giorni fa, ma intanto i mezzi della Tua hanno cominciato a circolare dando finalmente vita a quel progetto che lo stesso centrosinistra ha avviato, tanti anni fa, e che siamo certi possa dare un contributo positivo alla mobilità cittadina in termini di sostenibilità. Non si può cancellare tutto con un colpo di spugna, non si può fingere che fino ad ora non sia accaduto niente: dov'era Costantini, dov'era il centrosinistra in tutti questi anni? Non è questione di oggi: ricordo ancora quando l'on. Nino Sospiri fece di tutto per salvare il finanziamento che rischiava di andare in fumo, quando ero assessore alla mobilità urbana. "

Foschi ha aggiunto:

"E fu sempre Sospiri a far dirottare su Pescara i fondi, inizialmente destinati alla provincia di Teramo, per usare la ferrovia come metropolitana di superficie, facendo realizzare le fermate della ferrovia del Tribunale e di San Donato - via Aldo Moro. Un'idea già presa in considerazione e già sviluppata, insomma. Potevano pensarci prima, a tempo debito, soprattutto perché all'intervento della filovia sono stati destinati milioni di fondi pubblici, dagli anni 90, e non basta una conferenza stampa sulla strada parco per cancellare il passato e inventarsi un futuro che non ha le gambe per camminare.

La proposta di Costantini serve solo a prendere in giro le persone. Se non fosse così assurda, potrebbe sembrare di assistere a una puntata pescarese di "Scherzi a parte", con un'idea messa in campo da chi è totalmente all'oscuro di cosa sia il trasporto pubblico, della differenza che c'è tra la filovia e la ferrovia, o tra un autobus e un treno, ignorando anche la differenza del servizio e dell'utenza tra il treno e il filobus. Non so chi possa immaginare che per un giovane di Santa Filomena la soluzione migliore sia andare con la macchina alla stazione di Montesilvano per salire sul treno e raggiungere il centro di Pescara o il Comune."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foschi sul progetto della metropolitana di superficie di Costantini: "Sembra quasi uno scherzo"

IlPescara è in caricamento