Politica

Forza Italia chiede la sospensione della tassa di soggiorno a Pescara per il 2021

I consiglieri comunali hanno firmato l'ordine del giorno che verrà presentato in consiglio comunale per chiedere l'esonero della tassa almeno fino al 30 settembre prossimo

Sospendere il pagamento della tassa di soggiorno a Pescara almeno fino al 30 settembre, in attesa di una ripresa completa del settore a seguito della pandemia. La richiesta è contenuta in un ordine del giorno che sarà sottoposto al consiglio comunale da Forza Italia, con i consiglieri che hanno firmato il documento che è stato presentato dal capogruppo in Comune Renzetti.

L'iniziativa era già stata assunta lo scorso anno, a seguito della ripresa del settore turistico dopo il primo lockdown, ma che da ottobre ha visto un nuovo pesante stop per l'emergenza sanitaria. Attività del settore turistico che, dunque, sono ferme da quasi un anno e per questo i consiglieri chiedono di non far pesare su questi imprenditori ulteriori tasse.

Ora, consideriamo che le condizioni di difficoltà economiche per le imprese del settore turistico permangono e risultano anzi aggravate, stante il perdurare dell’emergenza pandemica. Per questa ragione, abbiamo valutato che la città di Pescara può rinnovare anche per l’annualità 2021 la scelta politico-amministrativa adottata lo scorso anno, al fine di sostenere le attività d’impresa che, tra lockdown totali e pesanti limitazioni agli spostamenti e alle aperture, hanno visto drasticamente ridursi il proprio fatturato.

Renzetti ha evidenziato che occorre infondere fiducia e sostenere la speranza per gli imprenditori che devono ripartire nella maniera più agevole e rapida possibile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forza Italia chiede la sospensione della tassa di soggiorno a Pescara per il 2021

IlPescara è in caricamento