rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Politica

Fi critica l'esclusione di Pescara dai fondi per il dissesto idrogeologico

Contestata la scelta del governatore D'Alfonso di non aver inserito la nostra città nella programmazione di interventi da realizzare sul territorio: "La provincia di Pescara prenderà solo le briciole"

Il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale Lorenzo Sospiri contesta la scelta del presidente della Regione Luciano D'Alfonso, in qualita' di commissario straordinario per le opere di difesa del suolo, di non aver inserito la citta' di Pescara nella programmazione di interventi da realizzare sul territorio. "La provincia di Pescara prendera' solo le briciole, cioe' oltre 19 milioni di euro, di cui cui 2,8 per Lettomanoppello, e alla citta' di Pescara andranno zero euro. L'Aquila avra' 29 milioni, Teramo 23 e Chieti 34", ha spiegato Sospiri alla presenza dei consiglieri comunali Marcello Antonelli e Vincenzo D'Incecco.

"Non credo - ha detto Sospiri facendo notare la disparità di trattamento tra i territori - che le condizioni delle altre province siano molto diverse da quelle del Pescarese anzi ritengo che la citta' di Pescara non si possa assolutamente escludere, se si ricorda quello che e' successo il 2 e 3 dicembre dell'anno scorso", quando il fiume e' esondato, e' stato necessario ricorrere all'evacuazione di molti cittadini dalle proprie abitazioni, una donna e' morta in un sottopasso allagato, e' stato riconosciuto lo stato di emergenza e ci sono tutt'ora delle strade chiuse, nelle zone collinari.

"Insomma", ha detto polemicamente Sospiri, "è stato escluso il fulcro dell'emergenza" e lo si e' fatto all'approssimarsi dell'autunno, con il "rischio di nuove piogge" e altri problemi, specie in alcune zone della citta'. Sospiri ha gia' sottoposto il problema a D'Alfonso mettendo in evidenza, tra l'altro, che c'era gia' una richiesta del Comune di Pescara per tre milioni e mezzo di euro, formulata dal precedente sindaco, Luigi Albore Mascia.

Annuncia "battaglia in consiglio regionale", Sospiri, e intanto chiede al commissario di "rivedere la programmazione su questo settore, inserendo Pescara, considerato peraltro che le scelte sono basate su una cartografia vecchissima", e di "utilizzare per i lavori da realizzare a Pescara i fondi destinati all'abbattimento dell'ex Cofa, prelevati con una recente variazione di bilancio dai capitoli per interventi alla mitigazione del rischio idrogeologico, ritenendo che questa voce sia la vera emergenza per la città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fi critica l'esclusione di Pescara dai fondi per il dissesto idrogeologico

IlPescara è in caricamento