rotate-mobile
Politica

Filovia, l'assessore Mascia al consigliere Frattarelli: "Le modifiche al tracciato previste in atti della giunta D'Alfonso"

Queste le parole con cui risponde alle critiche sollevate: "Posso farveli vedere, evidentemente il centrosinistra ha due anime. Il nuovo tracciato è più rapido e lineare"

“Il centrosinistra ha due anime diverse: è nota la posizione contraria di parte di esso alla filovia, ma anche di chi con atti concreti è sempre stato favorevole alla realizzazione dell'opera”. Con queste parole rilasciate a IlPescara l'assessore comunale alla mobilità Luigi Albore Mascia replica al consigliere comunale della lista Sclocco sindaco Mirko Frattarelli che ha attaccato l'amministrazione sul cambio di percroso deciso per il filobus.

Frattarelli ha accusato l'amministrazione di aver approvato la delibera che prevede il cambio di percorso “nel silenzio più totale”, definendo la variazione “un miraggio” alla base di un progetto che a 30 anni dalla sua nascita è oggi “fallimentare”. Una posizione di contrarietà che sarebbe però solo di una parte del centrosinistra dato che, spiega Mascia, “posso farvi vedere la sequenza di atti che sono alla base di questa piccola modifica del percorso. Sono tutti stati adottati nel periodo 2004-2006 e cioè – incalza – quando governava il centrosinistra con Luciano D'Alfonso”.

Il nuovo tracciato prevede il passaggio del filobus su via Silvio Pellico fino a raggiungere la stazione di Pescara per poi proseguire su corso Vittorio Emanuele, viale Marconi, via Tirino e via Antonio Lo Feudo. “Abbiamo semplicemente reso più lineare e più rapido il percorso”, aggiunge l'assessore comunale. “E' una decisione tecnica concordata con Tua per dare più appeal alla filovia e migliorare i tempi commerciali”. Per quanto riguarda la paventata necessaria approvazione del ministero prosegue: “c'è già il sì all'opera. Penso che accolga con piacere tutto ciò che va a vantaggio della stessa”.

Infine una sensazione gliela chiediamo sulla tanto attesa sentenza del Tar con cui il comitato Strada parco bene comune e lo stesso Frattarelli come ha lui stesso dichiarato, sperano di vedere affermate le loro ragioni e fermare l'opera. L'assessore comunale non si sbilancia e si dice certo che “la magistratura sta effettuando le sue valutazioni su una questione importante e complessa per il futuro della città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Filovia, l'assessore Mascia al consigliere Frattarelli: "Le modifiche al tracciato previste in atti della giunta D'Alfonso"

IlPescara è in caricamento