Filovia: Fiorilli "Sarà un'opera utile e completa", Il PD "Serve chiarezza"

Prosegue il dibattito politico a Pescara riguardante la realizzazione della Filovia sulla Strada Parco. Il vicesindaco Fiorilli è intervenuto riguardo le dichiarazioni del PD: "Sarà un'opera completa a disposizione dei cittadini," ma l'opposizione insiste "Serve maggiore chiarezza, il progetto deve tornare in aula"

Continua la serie di dichiarazioni sia da parte della maggioranza che dell'opposizione cittadina, riguardo la realizzazione della filovia sulla Strada Parco.

Il vicesindaco di Pescara Fiorilli è voluto intervenire riguardo la funzionalità dell'opera, messa in discussione dal PD qualche giorno fa che ha chiesto maggiore chiarezza sul progetto.

"La nuova amministrazione comunale di centro-destra - ha aggiunto Fiorilli - dotera' la citta' di un'opera strategica che la passata giunta di centro-sinistra non e' riuscita a concretizzare in sei anni. Anzi: i dubbi e le perplessita' sollevati quest'oggi dai consiglieri di minoranza del Partito Democratico ci confermano proprio quanto poco sia stato fatto dal 2003 a oggi per costruire un asse viario fondamentale: non sarà assolutamente un'opera zoppa".

La Giunta comunale quindi sembra intenzionata a procedere speditamente, come stabilito nel corso di una riunione con la Gtm e l'azienda costruttrice della filovia, per realizzare l'opera ed avviare i lavori nel più breve tempo possibile.

Fiorilli, inoltre, ha assicurato che il progetto passerà di nuovo in consiglio comunale per un'ulteriore visione, ma che i termini fondamentali non saranno cambiati.

"Faremo un'ulteriore passagio in sede di consiglio affinchè ci sia la massima condivisione per un'opera fondamentale per la città" ha ribadito il vicesindaco.

Ma il PD, in particolare con Del Vecchio e Diodati, insiste e chiede maggiore chiarezza ed una valutazione attenta dell'impatto ambientale del progetto, oltre alla possibilità di realizzare da subito l'intero tratto interessato dalla filovia, che dovrebbe arrivare fino a Silvi nella parte nord.

"E' fortemente necessario che si parli chiaramente circa il nuovo piano di trasporti che si viene a configurare, iniziativa già avviata dall’allora Direttore della GTM Dr. Tonelli e di cui sembra essersi persa traccia, e la scelta che si vuole operare rispetto alle attuali “linee regionali 2 e 38” oltre a quelle linee doppioni svolte dall’altra Società regionale di trasporto ARPA;   non si può ridurre il problema come una esclusiva competenza della GTM e quanto basta, come inopportunamente Lei ha dichiarato.

E' fondamentale che l’amministrazione cittadina faccia valere le proprie giuste esigenze circa un essenziale interesse del servizio locale che queste linee vanno a svolgere, soprattutto con lo spostamento del nuovo sistema verso la costa che non può essere considerato sostitutivo ma complementare, proponendo, con tempistiche ed orari opportuni, un arretramento delle linee 2 e 38 sull’asse rappresentato da Via Verrotti ed in prosecuzione verso il centro cittadino" affermano Del Vecchio e Diodati.

I consiglieri assicurano comunque la massima collaborazione da parte del loro partito per riuscire a realizzare l'opera nell'intero tratto interessato.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pescara usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • A "L'ingrediente perfetto" su La7 Roberta Capua prepara gli arrosticini in padella con burro e salvia [FOTO - VIDEO]

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

Torna su
IlPescara è in caricamento