Lunedì, 27 Settembre 2021
Politica

Il film de "L'Arminuta" girato nel Lazio anziché in Abruzzo, Di Iacovo: "Una occasione persa"

Il problema si trascina da tempo. Già nel febbraio 2020, intervenendo alla presentazione in anteprima di "Si vive una volta sola", Carlo Verdone aveva dato per scontata l'esistenza attiva di una film commission nella nostra regione

Il consigliere comunale del Pd Giovanni Di Iacovo esprime tutto il suo sdegno per la mancata realizzazione in Abruzzo delle riprese del film tratto da "L'Arminuta", libro della pluripremiata scrittrice Donatella Di Pietrantonio. Queste le parole dell'ex vice sindaco di Pescara:

"Non ci si può credere. La scrittrice è abruzzese, il romanzo si ambienta in Abruzzo, è tradotto in 27 lingue e stanno producendo il film che sarà distribuito su Netflix etc... Quale occasione migliore per far conoscere l'Abruzzo al mondo intero? Quando ci ricapita una fortuna del genere? E invece no: girato nel Lazio, con il sostegno della Regione Lazio e della Film Commission del Lazio perché alla nostra regione non frega nulla della propria film commission. Un'altra occasione terribilmente persa". 

Purtroppo il problema sollevato da Di Iacovo è annoso: già nel febbraio 2020, intervenendo alla presentazione in anteprima di "Si vive una volta sola", l'attore e regista Carlo Verdone aveva dato quasi per scontata l'esistenza attiva di un organismo ad hoc nella nostra regione, anche perché in quel momento si stava parlando del suo utimo film, girato in Puglia proprio grazie all'intercessione della locale film commission. Invece di fatto, per quanto riguarda il rapporto tra l'Abruzzo e le maestranze cinematografiche, il progetto della film commission sembra sempre non decollare come dovrebbe. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il film de "L'Arminuta" girato nel Lazio anziché in Abruzzo, Di Iacovo: "Una occasione persa"

IlPescara è in caricamento