rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Politica

Lunghe file, disagi per i pazienti e mancanza di personale all'unità di diabetologia dell'ospedale di Pescara

La denuncia arriva dal consigliere regionale Blasioli che si è recato sul posto per un sopralluogo

Problemi e disagi al servizio di diabetologia dell'ospedale di Pescara. Il consigliere regionale del Pd Blasioli si è recato sul posto per un sopralluogo dopo le segnalazioni degli utenti che sono costretti ogni giorno a vivere una situazione difficile a causa delle lunghe code all'esterno della struttura (il servizio si trova nella stessa palazzina dell'ospedale Covid) con una carenza di personale peggiorata dopo la positività di alcuni sanitari.

Blasioli ha incontrato Cristiana Del Papa vice presidente dell’associazione diabetici Pescara odv ets abbiamo incontrato il direttore Agostino Consoli per esporre i problemi che l’associazione ha già evidenziato. I pazienti arrivano da tutta la provincia per ricevere il materiale utile per le proprie terapie ovvero ghi e siringhe per insulina, penne, lancette pungidito, strisce reattive per la glicemia, glucometro. Gli uffici aprono dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13,30 ricevendo solo 40 utenti al giorno per la consegna del materiale a causa della mancanza di personale. Inoltre, con gli scanner per il rilevamento della temperatura all'ingresso i tempi si sono notevolmente allungati, con rischio di assembramenti e notevoli tensioni tanto da far intervenire la polizia qualche giorno fa per sedare gli animi ed ora è attiva la presenza di un vigilantes:

È una situazione esplosiva, al limite del rispetto verso chi è chiamato a fare km e km per raggiungere questo unico presidio che serve tutta la provincia, con la certezza di dover fare file all’aperto e assembrati e con il rischio di arrivare dopo la distribuzione dei 40 numeri giornalieri, il che significa sostanzialmente un viaggio a vuoto da ripetere il giorno successivo, per persone diabetiche.

Già a luglio c’erano state proteste e anche un incontro con l’associazione Asad, ma ad oggi nessuna delle proposte è operativa. Nel 2021 credo che anche per l’Abruzzo, come avviene già da tempo per altre regioni, sia necessaria la distribuzione di questo materiale con Dpc (di e per conto), tramite le farmacie convenzionate, come già avviene per altri farmaci ospedalieri.

La Asl, spiega Blasioli, ha risposto solo che ci sarà il trasferimento in via Rieti ma nulla per potenziare il personale, e per questo il consigliere ha fatto sapere che se la situazone non si risolverà mercoledì prossimo si presenterà direttamente dal direttore generale.

fila diabetologia 2-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lunghe file, disagi per i pazienti e mancanza di personale all'unità di diabetologia dell'ospedale di Pescara

IlPescara è in caricamento