Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Potenziamento ferrovia Pescara-Roma, per Pietrucci (Pd) è «un errore con impatto devastante»

Per il consigliere regionale democratico si tratta di «un'opera faraonica e impattante che non sarà mai realizzata»

«Questa risoluzione lede la dignità di una porzione della cittadinanza abruzzese. Non votatelo per il vostro bene. È un atto di arroganza sbagliato che alimenta campanilismi con scelte sbagliate. È un'opera faraonica e impattante che non sarà mai realizzata».

Questo quanto dice, come riferisce l'agenzia Dire, il consigliere regionale del Pd, Pierpaolo Pietrucci sul documento presentato dalla maggioranza di centrodestra, ovvero la risoluzione sulla strategia della Regione Abruzzo per il corridoio europeo trasversale Tirreno-Adriatico... con riferimento al punto in cui si parla del potenziamento della rete ferroviaria Pescara-Roma.

«Come se fosse questo quello che serve all'Abruzzo, il Paese, l'Europa e il mondo», aggiunge Pietrucci, «a noi serve il collegamento ferroviario tra il porto di Ortona e quello di Civitavecchia, ridurlo a un mero collegamento Pescara-Roma è un errore e vi assicuro che a livello governativo non potrà mai passare. Quello a cui state pensando non è un miglioramento della tratta, ma una trasformazione. Parliamo di 70 chilometri di gallerie. Possibile che la Giunta non riesce a interrogarsi sul se ci siano ipotesi meno impattanti a livello ambientale piuttosto che bucare il Morrone e il Sirente? Chiedo un tavolo con il presidente di Rfi e Ferrovie dello Stato per capire se alternative se ne stiano vagliando».

In discussione, in aula, oltre alla risoluzione della maggioranza, c'è anche il documento condiviso tra M5s e centrosinistra con cui si chiede, prioritariamente, di passare dall'autorità di sistema portuale di Ancona a quello di Civitavecchia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Potenziamento ferrovia Pescara-Roma, per Pietrucci (Pd) è «un errore con impatto devastante»

IlPescara è in caricamento