Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica

Di Pietrantonio (Pd) dopo il no dell'università all'ex Cofa: "Trovare una soluzione adeguata per l'Ateneo"

A dirlo è il segretario cittadino del Pd, Moreno Di Pietrantonio che crede "sia arrivato il momento di un impegno serio e costruttivo per dare un futuro sviluppo all’università d’Annunzio a Pescara"

Il ritiro dell'università d'Annunzio dall'idea di realizzare la nuova sede nell'area dell'ex Cofa rappresenta l'ennesima figuraccia fatta dall'amministrazione comunale guidata dal sindaco Carlo Masci.
A dirlo è il segretario cittadino del Pd, Moreno Di Pietrantonio che crede "sia arrivato il momento di un impegno serio e costruttivo per dare un futuro sviluppo all’università d’Annunzio a Pescara".

Il segretario del Partito Democratico sottolinea come "tutte le energie istituzionali, politiche, economiche, culturali e imprenditoriali devono concentrarsi per realizzare il nuovo polo lì dove è stato pianificato dal Comune di Pescara, Siamo tutti d’accordo che bisogna creare le condizioni migliori per gli studenti che frequentano l’università d'annunzio a Pescara, grande risorsa culturale e economica per la nostra città, ma la proposta dell’area ex Cofa non era certamente la soluzione migliore".

Secondo Di Pietrantonio "il documento unico di programmazione varato dalla giunta Masci contiene proposte del tutto inadeguate rispetto a ciò di cui ha bisogno la nostra citta. Sicuramente è necessario uno slancio di idee in avanti, finalizzato a trovare le soluzioni più utili e suggestive per lo sviluppo di Pescara, soprattutto per quelle aree molto pregiate, in particolare l’ex Cofa capaci di definire ulteriormente la vocazione turistica della nostra città. 

Questo quanto spiega ancora Di Pietrantonio:

"L’idea di insediare l’università nell’area ex Cofa non corrisponde alla evidente destinazione turistica- recettiva della stessa, pertanto auspichiamo un grande sforzo per un grande progetto attrattivo che esalti e valorizzi l’intera area, il porto turistico, la città e la Regione Abruzzo. L’università d’Annununzio, importantissimo polo socio- culturale della nostra città, potrà trovare adeguate e più funzionali occasioni di sviluppo nelle adiacenze della stessa area dove è collocata, in particolare nel sedime della caserma di Cocco e della caserma dei vigili del fuoco, non appena questa verrà trasferita in via Lago di Campotosto, è quindi auspicabile un forte impegno da parte di tutti affinché si realizzino queste soluzioni per lo sviluppo della nostra università e il bene dei nostri studenti senza indugiare ulteriormente su ipotesi stravaganti e irrealizzabili. Pertanto chiediamo che venga rivisto l’orientamento manifestato dal sindaco e dalla maggioranza indirizzandolo verso scelte più consapevoli e più responsabili, avviando una seria riflessione che coinvolga le migliori menti e le energie più attive". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Pietrantonio (Pd) dopo il no dell'università all'ex Cofa: "Trovare una soluzione adeguata per l'Ateneo"

IlPescara è in caricamento