rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Politica

Eventi sportivi di livello internazionale nel 2022, il presidente Scurti: "Ritorno straordinario per indotto e turismo"

Il presidente della commissione comunale Sport, Adamo Scurti, commenta il ricco programma degli eventi sportivi di livello internazionale in programma a Pescara il prossimo anno

Pescara ospiterà un ricco programma di eventi sportivi di respiro internazionale nel 2022.
Il primo in ordine di tempo saranno i campionati italiani assoluti di Marcia il prossimo 16 gennaio seguito dai campionati del Mediterraneo under 23 di atletica leggera a settembre.

Poi nel 2023 l'Europeo di marcia.

«Sono questi gli appuntamenti sportivi di rilevanza nazionale e internazionale che ci aspettano con il 2022», spiega Adamo Scurti, presidente della commissione comunale Sport, «eventi conquistati dopo un anno di lavoro e sbaragliando la concorrenza, eventi strategici che ci permetteranno di proiettare l’immagine della città e della regione intera a livello mondiale, con un ritorno straordinario in termini di indotto e di turismo». Scurti poi commenta cosi: «L’aggiudicazione dei campionati del Mediterraneo Under 23 di settembre è stato il frutto di mesi di lavoro e di preparazione dei dossier per la candidatura, un lavoro che ho svolto con il presidente federale regionale Massimo Pompei, con Pietro Nardone, presidente dell’Asd Runners Pescara e con il presidente dell’Aquila Promotion, Gianni Lolli e rappresenta la ciliegina sulla torta di un percorso fatto di tappe intermedie che ci accompagneranno a quella data. A partire dal prossimo 16 gennaio quando Pescara avrà la sua prima vetrina ospitando i campionati italiani assoluti di Marcia uomini e donne, evento al quale parteciperanno atleti di fama internazionale. A quel punto, la federazione nazionale, verificata la disponibilità e l’accoglienza riservata dalla nostra amministrazione comunale e dalla stessa città a tali manifestazioni sportive di grossa rilevanza, ci ha chiesto se volevamo occuparci dell’organizzazione e dello svolgimento dei campionati».

Poi Scurti ricorda che «nel frattempo stiamo aspettando l’ufficializzazione degli Europei 2023, ma la macchina organizzativa è già ampiamente partita. Una macchina che evidentemente non si occuperà esclusivamente delle gare, ma piuttosto di tutto quel mondo socio-artistico-turistico-culturale che ruota attorno a simili eventi. Pescara vivrà il 2022 costantemente sotto gli occhi del mondo, dunque dovremo promuovere tali manifestazioni anche sotto l’aspetto dell’indotto turistico, preparandoci ad accogliere migliaia di persone, tra atleti, team, squadre e pubblico, che arriveranno in città per partecipare o assistere alle competizioni. Per tale ragione stiamo studiando un accordo di partneriato e collaborazione con la Camera di Commercio Chieti-Pescara, con l’università "d’Annunzio", e con le scuole di Pescara, soprattutto i due istituti che si occupano della formazione di tecnici sportivi, ovvero l’istituto "Manthonè", e il liceo Sportivo "Volta". Compito dell’amministrazione sarà ora anche quello di lavorare per costruire le condizioni di massima accoglienza, puntando subito alla riqualificazione degli impianti sportivi cittadini destinati a ospitare migliaia di atleti in gara e gli stessi spettatori. Pensiamo che per l’ultima edizione degli Europei di atletica svoltesi in Italia abbiamo registrato la presenza di circa 6.500-7mila atleti. In più dalle prossime settimane apriremo un dialogo teso a cercare un collegamento con le Università dei paesi partecipanti pensando anche all’istituzione di un gemellaggio formale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eventi sportivi di livello internazionale nel 2022, il presidente Scurti: "Ritorno straordinario per indotto e turismo"

IlPescara è in caricamento