Domenica, 21 Luglio 2024
Politica

Imprese di successo grazie a idee innovative: la città guarda al suo futuro metropolitano tra tecnologia e investimenti

Un successo la tappa dell'Eu Industry Week tenutasi all'Aurum, il consigliere con delega alle politiche europee Di Pino: "Prosegue l'attività di divulgazione per centrare gli obiettivi europei che spaziano dai giovani all'ambiente e fino all'inclusione sociale e l'innovazione"

La “nuova” Pescara e cioè la grande città metropolitana che nascerà dalla fusione con Spoltore e Montesilvano passa anche per l'innovazione. Proprio in questa direzione si è svolta la tappa pescarese dell'Eu industry Week che all'Aurum ha portato imprese innovative e creative che hanno presentato le loro idee di successo che possono essere un'ispirazione per pensare la città di domani grazie alle possibilità offerte dai finanziamenti europei.

Nella Sala Europa istituzioni, rappresentanti della società civile e istituti di ricerca tra cui l'università d'Annunzio e il Gran Sasso Science Institute, ma soprattutto imprenditori hanno dunque portato idee originali e tecnologiche che hanno saputo trasformare in attività di successo.

“Quest’oggi la grande partecipazione ci permette di dire che il nostro obiettivo di creare un ambiente pieno di sensazioni positive ma anche di fatti concreti, dove trasformare le idee in progetti, è stato centrato – dichiara il consigliere comunale delegato alle politiche europee Salvatore Di Pino -. L’incontro tra settore pubblico e privato, tra tecnici e creativi avrà un seguito nelle prossime azioni di lavoro congiunto, per il quale ci impegneremo al fine di promuovere condivisione, sinergie e sviluppo”.

Realizzato da un partenariato con Ueam e altri attori come Innovalley, Europe Direct Chieti, università d’Annunzio Chieti-Pescara, Idp Europa, Abruzzo in Europa e l’European enterprise network (Agenzia di sviluppo della camera di commercio Chieti Pescara) l’evento è stato animato da interventi specifici e tavoli di lavoro tra grandi realtà industriali pescaresi, soggetti istituzionali e il complesso ma preziosissimo tessuto di produzione creativa e culturale del territorio. L’obiettivo è creare una interazione razionale e pianificata tra gruppi di questa natura, con l’ambizione di creare le basi per la formazione di “Knowledge and Innovation Communities”, nell’ambito delle attività dello European institute of innovation and technology (Eit) del programma Horizon Europe, che nel settennato 2021-2027 annovererà appunto, tra le sfide da affrontare, anche quelle relative alle industrie culturali e creative.

“Con questo appuntamento Ueam – conclude Di Pino - prosegue l’attività di divulgazione e formazione sul territorio di area vasta seguendo un filo conduttore che ha riguardato i giovani, l’ambiente, l’inclusione sociale ed ora l’innovazione sempre con l’intento di coniugare gli obiettivi dell’unione europea alle aspirazioni del nostro territorio e l’illustrazione delle opportunità finanziarie messe a disposizione a livello europeo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprese di successo grazie a idee innovative: la città guarda al suo futuro metropolitano tra tecnologia e investimenti
IlPescara è in caricamento