Venerdì, 19 Luglio 2024
Politica Penne

Erba alta a Penne, la consigliera Marini: "Inammissibile che l’amministrazione trovi difficoltà persino nello sfalcio del verde"

Sotto attacco anche "la macchinosa apertura di uno sportello di diritti animali a gestione gratuita da parte dei volontari" e "la convenzione con il canile che, così come formulata, si è rivelata inefficace"

Sonia Marini, consigliera comunale di Penne Ribelle, denuncia di ricevere da giorni le telefonate dei residenti di via Caduti di Nassiriya e Contrada San Salvatore che si lamentano per la presenza delle erbacce, con la vegetazione "talmente alta e infestante da ricoprire persino le panchine e impedirne l’uso. Nonostante le reiterate segnalazioni, il Comune non ha risposto alle sollecitazioni dei cittadini che hanno dovuto provvedere autonomamente".

Per Marini "non è ammissibile che l’amministrazione trovi difficoltà persino nello sfalcio dell’erba del verde pubblico, che anche l’apertura di uno sportello di diritti animali a gestione gratuita da parte dei volontari diventi macchinosa, che la convenzione con il canile, così come formulata, si riveli inefficace, che senza una precisa segnalazione non provveda a far mantenere il decoro e l’igiene pubblica per situazioni già denunciate lo scorso anno per l’ex Hotel dei Vestini in via Caselli".

La consigliera di Penne Ribelle si dice "molto preoccupata" per "l'inerzia del governo cittadino sull’esercizio delle funzioni di controllo. Oggi più che mai i cittadini hanno bisogno di dettagli per valutare le scelte, per capire in che modo possono cambiare le prospettive e le opportunità per Penne. Con onestà, trasparenza e correttezza darò il mio contributo perché sono convinta che c’è una Penne migliore che ha bisogno di essere rappresentata".

Erbacce Penne 2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Erba alta a Penne, la consigliera Marini: "Inammissibile che l’amministrazione trovi difficoltà persino nello sfalcio del verde"
IlPescara è in caricamento