Giovedì, 23 Settembre 2021
Politica

Emergenza idrica, Giampietro (Pd): "Masci spieghi perché a Pescara non ci sono le autobotti come a Chieti"

Il capogruppo del Partito Democratico chiede al primo cittadino il motivo per il quale non sia stato organizzato un servizio sostitutivo per chi ha i rubinetti a secco

"Autobotti a Chieti, nessun servizio sostitutivo a Pescara: Masci spieghi il perché".
A parlare è Piero Giampietro, capogruppo del Pd in consiglio comunale.

“La crisi idrica che sta colpendo quasi 20 mila famiglie pescaresi si sta trasformando in una beffa", dice Giampietro, "mentre da più parti, a partire dalle minoranze di centrosinistra, sono partite le richieste di autobotti per i quartieri più colpiti, il Comune di Chieti ha annunciato l’arrivo delle autobotti mentre il Comune di Pescara continua in una inerzia imbarazzante per la seconda estate consecutiva. Abbiamo il diritto di sapere perché, a fronte della stessa azienda acquedottistica che serve Pescara e Chieti, i cittadini di Pescara siano stati lasciati soli dal proprio Comune”.

Giampietro prosegue: “Per la seconda estate consecutiva oltre 18 mila famiglie pescaresi sono rimaste senza acqua potabile. Abbiamo chiesto le autoclavi e ci è stato risposto che il servizio era troppo complesso. Ora, a distanza di poche settimane dalla prima carenza, il Comune di Chieti è stato in grado di organizzare un servizio sostitutivo con autobotti che servono anche le utenze sprovviste di autoclave, dando un enorme smacco alla inerzia del Comune di Pescara. Ma ora sindaco e giunta di Pescara diano spiegazioni: visto che l’azienda acquedottistica è la stessa, spieghino cosa ha impedito finora al Comune di Pescara di attivare le autobotti come invece ha fatto il Comune di Chieti, e dicano subito quando daranno ai pescaresi questo servizio”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza idrica, Giampietro (Pd): "Masci spieghi perché a Pescara non ci sono le autobotti come a Chieti"

IlPescara è in caricamento