rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Elezioni

Viale Marconi, il candidato sindaco Costantini: "Ma quale apertura alla città, Masci chieda scusa ai pescaresi"

Un "colpo di coda" elettorale che non abbindolerà i cittadini quello di invitare associazioni e comitato a Palazzo di Città per discutere delle modifiche del progetto, afferma: "Per due anni lo hanno difeso hanno attaccato e mortificato chi chiedeva di cambiarlo. Deve ammettere di aver sbagliato tutto"

“Carlo Masci e Luigi Albore Mascia dal 2020 hanno difeso a spada tratta il nuovo progetto di viale Marconi che loro stessi hanno proposto, approvato e condiviso con la loro maggioranza. Hanno attaccato e mortificato ogni richiesta di cambiamento che arrivasse dalla città. Hanno coperto politicamente le bizzarrie progettuali del loro dirigente di fiducia Fabrizio Trisi. Sono arrivati a chiedere sfacciatamente agli esercenti di specchiarsi ad Amazon. E ora, solo ora, solo dopo la nostra richiesta di una commissione di indagine e solo dopo i rilievi dell’Anac, chiedono suggerimenti? I pescaresi non si faranno abbindolare da chi pensa di potersi risollevare con un colpo di coda”.

Liquida così il candidato sindaco Carlo Costantini l'invito fatto da sindaco e assessore a associazioni di categoria e comitato perché avanzino le loro proposte al tavolo che gli stessi hanno convocato il 21 febbraio a Palazzo di Città per rivedere il contestato progetto di viale Marconi.

“Chi paga la testardaggine di questi anni? Chi paga gli effetti di un cantiere che ha tenuto in ostaggio la città e il cui risultato è sotto gli occhi di tutti? - si chiede ancora Costantini -. Masci deve chiedere innanzitutto scusa ai pescaresi senza ambiguità, tenuto conto che continua a riferirsi ad ‘eventuali criticità’, come se la devastazione di viale Marconi fosse ancora qualcosa da accertare”, aggiunge.

“Masci deve ammettere di avere sbagliato tutto. Viale Marconi, così come è oggi – conclude il candidato sindaco - é esclusivamente il frutto delle proposte approvate dalla sua giunta e difese dai suoi consiglieri. Deve spiegare come ridarà vivibilità a viale Marconi, privata della sicurezza stradale, ma anche dei parcheggi, dei marciapiedi, del passeggio, della vita di quartiere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viale Marconi, il candidato sindaco Costantini: "Ma quale apertura alla città, Masci chieda scusa ai pescaresi"

IlPescara è in caricamento