rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Elezioni Portanuova / Viale Guglielmo Marconi

Il candidato Pd alle regionali Graziano Di Costanzo: "Viale Marconi una 'strada martire', subito le modifiche"

L'ex direttore della Cna in corsa alle elezioni del 10 marzo interviene sui problemi dell'arteria stradale e sul lungo mancato ascolto di cittadini, sindacati e associazioni di categoria e annuncia un suo giro nella zona per raccoglierne le voci chiedendo intanto all'amministrazione di accelerare sul cambio di rotta

Così il candidato Pd alle elezioni del 10 marzo Graziano Di Costanzo (ex direttore Cna) su viale Marconi e le vicissitudini che sin qui hanno interessato la discussa arteria stradale.

“L’assetto che il Comune ha voluto dare a viale Marconi si sta rivelando per quello che è: un fallimento totale che ha trasformato una delle arterie più importanti della città in una 'strada martire', vero e proprio laboratorio di improvvisazioni sulla pelle dei cittadini – afferma quindi Di Costanzo -. È per questo che adesso l’amministrazione comunale deve riporre l’atteggiamento intransigente di chiusura che ha connotato sin qui tutta la gestione della vicenda; deve aprirsi al confronto; deve mettere mano a cambiamenti significativi e non a ritocchi di facciata; deve prendere atto degli errori commessi”.

“Su viale Marconi è arrivato il momento di fare scelte condivise, assunte responsabilmente nel confronto con i cittadini e con le parti sociali interessate, e non nel chiuso delle stanze del palazzo comunale dove già sono stati commessi errori in serie”, aggiunge. Parole che arrivano alla vigilia dell'incontro in Comune con Tua e sindacati per parlare delle modifiche ipotizzate dopo il primo incontro avuto con associazioni di categoria e comitato Salviamo viale Marconi, che ha portato a un'apertura, ma anche a molte critiche per i due anni e mezzo trascorsi da quando si chiedeva di intervenire sui problemi riscontrati lungo l'asse viario. Problemi che hanno interessato, con tanto di denunce a mezzo stampa dei sindacati, anche gli autisti e dei quali si parlerà nell'incontro di lunedì 26 febbraio visto che ora si parla di tre corsie, rotatorie chiuse e ritorno dei parcheggi.

Per Di Costanzo dunque “è giunto il momento di ragionare sulle scelte che sin qui hanno scontentato tutti: residenti, commercianti e artigiani, autisti dei mezzi pubblici, ciclisti, malcapitati automobilisti in transito, pedoni. Malcontento che ha trovato un punto di riferimento certo nell’opposizione che siede in consiglio comunale, ma anche in larghi settori della maggioranza, insofferenti a loro volta di fronte alla difesa a spada tratta dell’indifendibile”

Il candidato fa dunque sapere che nei prossimi giorni incontrerà gli operatori economici di viale Marconi chiedendo all'attuale giunta comunale di dare ascolto a cittadini e forze sociali perché si arrivi “a modifiche rapide, significative e condivise: per dare finalmente a viale Marconi l’assetto che meritano cittadini e imprese”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il candidato Pd alle regionali Graziano Di Costanzo: "Viale Marconi una 'strada martire', subito le modifiche"

IlPescara è in caricamento